Costruire

Stick-lets by Christina Kazakia via designperbambini.it

Dopo lunghe assenze tornare è sempre più difficile, le giustificazioni si fanno sempre più dure da trovare, le spiegazioni sono sempre meno facili da dare. E questa è stata di certo una delle mie più lunghe assenze dal blog, ma trovare un modo semplice e diretto per spiegarla ai miei carissimi lettori non mi è stato affatto difficile questa volta. Sono stata via per costruire.

Sono stata via per costruire il mio benessere, che le ultime fatiche mi avevano davvero tolto. La ristrutturazione del blog, la preparazione della fiera, mia figlia ed le sue paure dopo i ladri a casa, le riorganizzazioni a lavoro, le serate passate davanti al computer invece che accoccolata al Lui davanti ad un buon film, l’inverno romano piovoso. Insomma ero davvero esausta, ero stanca, provata, e addirittura con qualche piccolo problema vero di salute!

[Leggi tutto]

2013 in tenda

Kids play tent by FermLiving 2013 collection

Prima di tutto buon anno a tutti i miei lettori e visitatori! Questo nuovo anno sul blog comincia decisamente in ritardo, ma spero che non vi siate dimenticati di me.

E’ sempre difficile trovare il post giusto dopo una lunga pausa, specialmente se poi il post è quello che apre un anno nuovo. Ho tanto pensato quindi a cosa raccontarvi, a cosa segnalarvi, ho lavorato a diverse bozze e come sempre avevo in mente tutt’altro, quando poi all’improvviso sbirciando il nuovo catalogo della danese Ferm Living ho trovato lei, questa tenda d’altri tempi, semplice e bellissima e subito ho pensato a calde notti a lume di candela, al mio vecchio mangiadischi Penny tutto arancione, ad avventure immaginarie, al mio primo diario segreto con Candy Candy in copertina, a marachelle e complotti. E la mente ha viaggiato a lungo, fino a quando mia mamma ci faceva montare la tenda in cucina, a quando da bambina i miei mi hanno mandato in campeggio ed ho fatto il primo falò, ed ho pensato a Moonrise Kindom, a quando la mia ciccia crescerà abbastanza per poterlo rivedere con lei!

Insomma che il 2013 sia bello come i ricordi più belli che avete, che sia pieno di cose belle ed emozionanti, che sia un po’ frivolo ed un po’ pazzo, che sia bello come un gran bel film, che sia pieno delle sole cose belle davvero indispensabili, per un viaggio nel 2013 leggero ed avvincente, come le vacanze in campeggio da bambini!

In foto la Kids Tent by Ferm Living, presto in commercio.

Fiero menù settimanale

Collapsible Lunch Box via designperbambini.it

Vi è mai capitato di sentirvi cucito addosso un cliché che proprio non vi appartiene? A me di continuo e quello che mi brucia di più è il cliché della mamma, un cliché che non so da dove viene, fatto di donne fissate con l’igiene, di paure di colpi di freddo, di “Signora mia”, di sughettini e polpettoni di carne. Insomma un cliché di mamma media che io però poi intorno a me non vedo, forse solo retaggio di vecchi film che dovrebbero smettere di ritrasmettere. Io tutte ste mamme quadratiche medie non ne vedo! E però che sconforto vedere come i colleghi non ti invitano al cinema solo perchè ho due bimbi, che sconforto al supermercato quando gli sconosciuti mi regalano i punti della raccolta premi solo perchè nel carrello ho un pacco di pannolini…che sconforto!

Io invece mi impegno continuamente per evitarli tutti ‘sti luoghi comuni: non parlo mai di cacce e pipì a pranzo, non vado mai in giro con improbabili borsoni da passeggino trashissimi, ma nascondo sempre tutto dentro un borsone da biker, e non mi lamento! Non mi lamento mai se non ho dormito, non mi lamento perchè vorrei una giornata di 72 ore, non mi lamento se non riesco ad andare in palestra. Ogni difficoltà è una sfida. E quando le vinco queste sfide, quando a fine serata sono riscita ad incastrare la danza della ciccetta, la chiacchiera con la maestra, i soldi per la raccolta del momento alla rappresentante, la spesa, e magari sono ancora sveglia e ci scappa un cinema, beh allora mi sento invincibile, soddisfatta!

Nuovi inizi e nuove rubriche

Activity books selection by designperbambini.itA Roma piove, cielo grigio e borse agli occhi causa bizze notturne del pupastro (sta mattina si è svegliato felice come una Pasqua, non poteva restare felice anche sta notte?!?). Ma poi a pensarci bene che sarebbero queste giornate di settembre senza quella carica accumulata nelle recenti vacanze? Noi per fortuna in vacanza ci siamo stati, sono filate lisce (pupi sempre sani e sempre sole) e quindi non c’è poi davvero motivo di lamentarsi.

Quest’anno le vacanze le abbiamo passate in tenda, per la gioia dei miei figli. La ciccetta ogni tanto la sera mi chiede di raccontarci cosa sogneremo la notte, e proprio ieri sera mi raccontava che avrebbe sognato di stare tutti insieme in tenda in campeggio al mare! E’ andata davvero benissimo, campeggio fantastico, kids-friendly, ed una piazzola all’ombra dei pini. Il campeggio poi li sfiniva, queste vacanze infatti non abbiamo mai letto libri la sera, i bimbi li mettevamo a letto (gonfiabile, hi hi hi!) e crollavano in un attimo. I libri che ricorderemo di questa vacanza invece sono i libri che sfogliavamo e coloravamo il pomeriggio io e lei quando il fratellino diavoletto biondo faceva il riposino.

[Leggi tutto]

Partite e pedalate

Kids bike seats by QibbelRaramente giorisco per una partita di calcio, la nostra famiglia, compresi nonni e parenti lontani, non è tifosa e a me del calcio piace solo l’aspetto conviviale. Questa finale degli europei invece l’ho proprio aspettata con ansia, abbiamo atteso il fischio d’inizio per metterci in viaggio dopo un bel bagno in acque basse e calme ed una cenetta a base di pesce. Eravamo nelle Marche, e la finale di calcio ci ha assicurato un rientro senza traffico. La sconfitta poi ci ha assicurato addirittura una Roma silenziosa, sopita e quasi discreta!

Al mare siamo stati benissimo, complice la festa dei patroni di Roma che ci ha regalato un week-end lungo, che è cominciato ufficialmente gustando ostriche alla vista di questa spiaggia rassicurante! Perchè lo ammetto, amo viaggiare per mondi lontani, amo scoprire posti incontaminati, ma ogni tanto non c’è nulla di più rilassante di una spiaggia ben tenuta, con mare basso e bandiera blu della FEE svolazzante da anni!

Ed insomma sono tornata carica, sarà stata l’aria di mare, le biciclette per il lungo mare, gli aperitivi a base di pesce, i mercatini a buon prezzo, ma sono tornata decisa: decisa a recuperare il recuperabile, a smaltire lo smaltibile in queste poche settimane che mi separano dalla prova costume definitiva! La bici è già dal biciclettaio di fiducia ed ogni mattina (sono solo due mattine fin ora :|) i 5 riti tibetani!

Ho scoperto Qibbel qualche settimana fa durante un viaggio di lavoro in Olanda. E’ stata un’immersione totale nel mondo del trasporto a due ruote, altro che riviera marchigiana! Qibbel  produce seggiolini per la bici favolosi, personalizzabili, design notevole e sicurezza totale!

p.p.s. Dire che faccio i 5 riti tibetani è solo un modo in codice per dire che faccio gli addominali la mattina!! E’ che fa molto meno donna trasandata  con mollettone e VHS di Jane Fonda che dire che faccio ginnastica a casa, no?!?!