L’ultima volta delle Civette sul Comò

L'ultima volta delle civette sul Comò via designperbambini.itContinua oggi la serie “L’ultima volta di”, modalità che d’ora in poi caratterizzerà le interviste su questo blog, un modo per me per far conoscere le persone che apprezzo, gli sponsor che scelgo, e perché no, per parlare e mostrarvi anche altro oltre al design e decor per bambini.

Oggi a raccontarsi sono Giorgia ed Alberta, le mamme dietro Le Civette sul Comò, due amiche che per riuscire a conciliare vita familiare e lavoro hanno deciso di aprire un e-commerce ed uno shop a Milano. Giorgia ed Alberta le conosco ormai da tempo, ma quest’anno ho avuto il piacere di conoscerle di persona a Milano durante un evento a cui hanno partecipato in Cascina Cuccagna, luogo davvero piacevole ed a misura di famiglie. Le Civette in quell’occasione hanno presentato al pubblico le novità di Ava Room, brand Finlandese di cui hanno l’esclusiva e di cui vi avevo già parlato un paio di anni fa. Quest’anno tra le novità ha dei meravigliosi e coloratissimi cuscinoni in ecopelle, andate a sbirciare nel loro e-shop! Ma veniamo alle loro ultime volte…

L’ultima volta che hai riso di cuore

Quando durante un viaggio per una fiera abbiamo sbagliato fermata del treno…e ci siamo trovate a 60 km dalla nostra destinazione…un pochino distratte ma affascinate dal paesaggio e dalle chiacchere in treno…anche il lavoro è divertente!

L’ultima volta che mi hanno detto: “Te l’avevo detto”

Quando mio marito mi ricorda che ho qualcosa sui fornelli ed io sicura di me gli dico che manca ancora del tempo; poi all’improvviso sento quello sfrigolio di bruciato che annuncia qualcosa di brutto…eh sì , la cena è andata, chiamiamo la pizza!

L’ultima volta che ti sei sentita impreparata

Ad una tavolata di amici, a fine cena, dove il discorso è finito sulla politica e sugli squallidi personaggi che ci sono in circolazione al momento. Tra gli incastri quotidiani tenersi aggiornati non è semplice.

[Leggi tutto]

Fratelli

Minimal bunk beds by bm2000 via designperbambini.itSpesso vedo fratelli adulti che non si sopportano, che sono in pessimi rapporti, o peggio ancora che si relazionano con freddezza e con distanza. E mi chiedo com’erano da piccoli, se giocavano insieme, se ridevano a crepapelle come i miei figli, se si divertivano a fare marachelle e scherzetti come i miei e poi come un’infanzia felice insieme possa diventare insofferenza, magari anche distanza in età adulta.

Bunk bed by bm2000 via designperbambini.itSono molto fortunata ad avere dei bimbi che vanno d’accordo, al momento è solo merito loro, ei loro caratteri, ma mi chiedo cosa dipenderà da me poi, quando cresceranno, cosa dovrò saper fare io per riuscire a conservare il rapporto bellissimo che già li lega.

La segnalazione di oggi sono dei bellissimi letti a castello della spagnola BM2000, che produce una linea completa di sistemi componibili per la camera di bimbi e ragazzi. Il loro catalogo completo è disponibile on-line, consiglio dunque a tutti i genitori in cerca di idee per arredare la stanza dei figli in modo semplice e colorato di andare a consultare il loro sito.

Piccoli grandi spazi

Cameretta su misura by Atelier (P)andaIl tema dello spazio è certamente molto sentito per chi come me vive con famiglia in una grande metropoli, dove il prezzo di un metro quadro di spazio vitale costa più dell’oro. Quanti ne ho visti di progetti di ristrutturazioni in cui la cucina stretta e lunga diventava la cameretta ed il salotto buono si ibridava in cocina-living room, e quanto poi ne ho viste di camerette per bambini strette e lunghe e terribilmente soffocanti.

[Leggi tutto]

Castelli piccoli

Ava Room bunk bed

Una delle cose più importanti per un bambino è avere a disposizione dello spazio per giocare ed immagino che molti genitori che ne hanno comprato uno  per i loro figli hanno pensato lo stesso.  Purtroppo però introdurre un letto a castello in una cameretta (perchè purtroppo si decide per un letto a castello spesso a causa di prolemi di spazio)  significa molto spesso anche togliere piacevolezza alla stanza. A parità di superficie occupata infatti una stanza con un letto a castello risulta meno ariosa e spaziosa, visto che è anche il volume libero che conta.

Il letto a castello di cui vi parlo oggi invece è un letto davvero particolare: lungo solo 160cm e profondo 65, è un letto perfetto ben oltre l’età prescolare (le nuove curve di crescita dicono che un bambino di 5 anni al 97-esimo percentile è alto 120 cm). A produrre questo letto davvero bello, dalle linee semplici e chiare è la finlandese Ava Room, che oltre a produrre letti per grandi e piccini, propone un geniale sistema di copriletti-coprimaterasso con chiusura lampo, pensati proprio per spronare bambini e adolescenti a rifarsi da soli il letto e tenere così la loro camera in ordine. Io personalmente stavo da tempo meditando su come fare a tenere il  letto dei bimbi in ordine anche quando a casa ci sono orde di amichetti che ci salgono e scendono…l’unica soluzione definitiva al momento resta questa finlandese…ma voi come fate?

Primo premio alla Magis

My Storage from MagisPensare di riuscire a vedere accuratamente tutto il salone è impossibile, mi sono impegnata, ho scaricato la lista degli espositori “interessanti” prima di partire, ho setacciato la rete in cerca di anteprime… insomma mi sono applicata, ma sicuramente la mastodontica fiera riservava sorprese a me rimaste sconosciute. Nonostante  i miei limiti ho comunque deciso di autoproclamarmi giuria del concorso “Espositore Kids Friendly” e conferisco questo premio all’italiana Magis che con la sua  Me Too Collection ha davvero presentato tante novità interessanti per bambini (qui potete scaricare il pdf della cartella stampa). Già nel 2009 presentò uno stand con tantissime novità (adorabile la casetta in cartone “Villa Julia”), calma piatta al loro stand in fatto di bambini nel 2010, mentre quest’anno hanno presentato davvero tantissime nuove proposte che vi mostro in questo post (perdonate la qualità, ma io non sono una gran fotografa e lo stand era gremito di visitatori tanto da rendere davvero difficile scattare foto). La prima novità che vi mostro è il sistema “My Storage” disegnato dalla bravissima Ineke Hans, che cià in passato si è cimentata con l’arredamento per bambini. Un sitema componibile My Storage pensando per la casa, ma anche per ambienti pubblici come asili. Il sito della Me Too collection ancora non è stato aggiornato, intanto quindi dovrete accontentarvi dei miei scatti! [Leggi tutto]