2013 in tenda

Kids play tent by FermLiving 2013 collection

Prima di tutto buon anno a tutti i miei lettori e visitatori! Questo nuovo anno sul blog comincia decisamente in ritardo, ma spero che non vi siate dimenticati di me.

E’ sempre difficile trovare il post giusto dopo una lunga pausa, specialmente se poi il post è quello che apre un anno nuovo. Ho tanto pensato quindi a cosa raccontarvi, a cosa segnalarvi, ho lavorato a diverse bozze e come sempre avevo in mente tutt’altro, quando poi all’improvviso sbirciando il nuovo catalogo della danese Ferm Living ho trovato lei, questa tenda d’altri tempi, semplice e bellissima e subito ho pensato a calde notti a lume di candela, al mio vecchio mangiadischi Penny tutto arancione, ad avventure immaginarie, al mio primo diario segreto con Candy Candy in copertina, a marachelle e complotti. E la mente ha viaggiato a lungo, fino a quando mia mamma ci faceva montare la tenda in cucina, a quando da bambina i miei mi hanno mandato in campeggio ed ho fatto il primo falò, ed ho pensato a Moonrise Kindom, a quando la mia ciccia crescerà abbastanza per poterlo rivedere con lei!

Insomma che il 2013 sia bello come i ricordi più belli che avete, che sia pieno di cose belle ed emozionanti, che sia un po’ frivolo ed un po’ pazzo, che sia bello come un gran bel film, che sia pieno delle sole cose belle davvero indispensabili, per un viaggio nel 2013 leggero ed avvincente, come le vacanze in campeggio da bambini!

In foto la Kids Tent by Ferm Living, presto in commercio.

Fotografia ed immaginazione

Dream of Flying by Jan von HollebenContinua la serie di guest-post su Design per Bambini. Oggi a scrivere è Sara, una bravissima fotografa genovese che il destino ha portato a Roma e l’ha resa mamma 11 mesi fa del bellissimo L. Adesso è ancora molto presa dal suo piccinino, ma presto sentirete di nuovo parlare di lei da queste parti perchè sta lavorando ad un interessantissimo progetto sulle famiglie non convenzionali. Sara ed L. li ho conosciuti durante un brunch domenicale e da suito ho avvertito una grande sintonia. Anche a lei ho chiesto aiuto con il blog e lei è subito accorsa. Sono davvero fortunata, no?!

Ancora mi ricordo di certi pomeriggi passati da bambina sul pavimento della mia casa, ad inventare strane storie e avventure ambientate nello spazio, nella jungla misteriosa o sotto il mare.
Le lenzuola stese sopra due sedie per proteggermi da un’immaginaria tempesta in pieno oceano, un bastone rubato alla scopa di casa per scacciare la Piovra Gigante che tentava di assalire la mia barchetta malandata.
E meno male che mi ero portata la merenda in mare, per rifocillarmi dopo queste eroiche prodezze. Puff, pant!
Quasi vent’anni dopo, gli stessi scenari che la mia fantasia costruiva per i miei pomeriggi, tra un morso di tegolino e qualche compito, me li ritrovo materializzati quì.

[Leggi tutto]