A Natale soddisfiamo esigenze

MObile little home by Studio Mikutta via designperbambini.itNon tutti i Natali sono uguali per me. Ce ne sono stati di chiassosi e numerosi, altri invece minimalisti senza parenti, da quando abbiamo figli poi i Natali sono uno in Italia ed uno in Germania. E poi ci sono dei Natali particolari, che sento più degli altri. Ed a pensarci un po’ su sono in Natali in cui mi ritorna quello spirito bambimo, quella voglia di meraviglia che poi mi spinge a volerla ricreare per i miei figli.

[Leggi tutto]

Ed invece nulla

The Citizens Collectible handmade and personalized dolls via designperbambini.itNulla, nessuna lacrima, nessun suo “Mamma non andare via”, nessun mio “Oddio sembra ieri che la tenevo tra le braccia”, nulla di tutto ciò, semplicemente una mattina serena in cui abbiamo accompagnato nostra figlia al suo primo giorno di scuola, a conoscere amici ed insegnanti nuovi, a visitare la sua nuova scuola. Lei felicissima, noi emozionati, ma non sopraffatti dall’evento che è stato naturale e normale. Ad una settimana dall’inizio dell’avventura continua ad essere serena e felice, contenta dei compagni di classe, contenta dei compagni delle classi successive che alternano in qualità di tutor con loro, della maestra che è gentile.

L’unico deluso è stato il daddy che in macchina rientrando alle nostre mattinate lavorative mi ha borbottato che il primo giorno di scuola del piccoletto lo organizzerà a Berlino, dove, a suo avviso, il primo giorno di scuola è una festa seria di inizializzazione alla vita. Ma poi per fortuna il broncio gli è poassato in fretta!

Oggi continuo con una segnalazione da Etsy, questa volta dal negozio spagnolo The Citizens Collectible. Questi pupazzi li trovo adorabili, prima o poi ne ordinerò una customizzazione per averne un set che ci rappresenti meglio, con i bimbi biondi e la mamma ed il papà entrambe con i capelli lunghi!

Cucinetta aperta

Pipedo cucinetta per bambini by Maria Piovano via designperbambini.it

La cosa bella, anzi sicuramente la cosa più bella dell’avere un blog seguito da tanti lettori è che entri in contatto con tante persone nuove, tante storie meravigliose, tante avventure intraprese con entusiasmo e convinzione. Così è stato quando mi contattarono la prima volta le Yellow Basket, ci siamo subito piaciute, e così è stato ancora quando mi hanno reso partecipe dalla grande avventura che è stata XXS Design, il primo concorso per idee che in Italia sia stato dedicato al design per bambini. In quell’occasione ho avuto anche l’onore di far parte della giuria e di visionare tutti i progetti partecipanti. Oggi vi presento una piccola eredità di quella bella avventura, Pipedo, la cucina-gioco proposta da Maria Piovano che fuori da XXS Design vi è vestita di nuovo, grazie ad una riuscitissima collaborazione con la bolognese t-fish, ed è bellissma, una cucina semplice, dalle linee pure, che la rende un gioco aperto, il veicolo perfetto per il gioco libero e creativo. Che onore poterne parlare qui in anteprima per voi!

Maschi in cucina

Barbecue play set by Plan Toys

Ultimamente si parla spesso di omosessualità ed omofobia e tra le tante discussioni che ho sentito in merito mi sono tornate in mente una serie di riflessioni sull’omofobia e la scelta dei giochi.

A casa vecchia per esempio avevamo come vicino di casa uno chef, un vero e proprio cuoco che gestiva (e gfestisce ancora)  la cucina di un famoso ristorante a Roma. Un bell’uomo, sposato e con figli, eterosessuale. Mia figlia adorava il figlio maggiore e quindi spesso lo invitavo per un po’ di giochi inseme alla ciccetta. Ebbene questo bimbo non aveva a casa una cucinetta per giocare, non una pentolina una! …e appena veniva da noi si metteva a giocare con la nostra (si anche mia, ci gioco anche io!) e si metteva a costruire con mia figlia allestimenti strepitosi per ristoranti, facevano pic-nics, insomma un bambino frustrato. Non poteva giocare con le pentoline perchè certe cose non si regalano ai maschi, sebbene vedesse tutti i giorni il padre andare a lavorare in ristorante. Come se una pentolina mettesse a repentaglio la futura virilità di un uomo!

Lo stesso meccanismo impedisce a molte mamme di comprare passeggini giocattolo ai maschi, come se non se ne vedessero di papà che spingono passeggini…insomma mi avete capito no!?!?

E siccome il week-end è alle porte, e siccome “grillen” (fare il barbecue in tedesco) è lo sport nazionale dove è nato il nostro daddy, ho pensato ad un BBQ set giocattolo, questo gioco infatti potrebbe essere un buon compromesso, anche per i genitori più timorosi!

Buon week-end a tutti!

p.s. Questo set giocattolo per il barbecue è di una delle mie marche di giochi in legno preferita, la Plan Toys!