Costruire

Stick-lets by Christina Kazakia via designperbambini.it

Dopo lunghe assenze tornare è sempre più difficile, le giustificazioni si fanno sempre più dure da trovare, le spiegazioni sono sempre meno facili da dare. E questa è stata di certo una delle mie più lunghe assenze dal blog, ma trovare un modo semplice e diretto per spiegarla ai miei carissimi lettori non mi è stato affatto difficile questa volta. Sono stata via per costruire.

Sono stata via per costruire il mio benessere, che le ultime fatiche mi avevano davvero tolto. La ristrutturazione del blog, la preparazione della fiera, mia figlia ed le sue paure dopo i ladri a casa, le riorganizzazioni a lavoro, le serate passate davanti al computer invece che accoccolata al Lui davanti ad un buon film, l’inverno romano piovoso. Insomma ero davvero esausta, ero stanca, provata, e addirittura con qualche piccolo problema vero di salute!

[Leggi tutto]

L’amore, il gioco, il genere

Vintage Lego Ad from 1981 via designperbambini.it

E’ da tempo che penso di rinnovare alcuni contenuti di questo blog che ultimamente non sento rappresentarmi più bene come una volta.

In primis credo sia arrivato il momento di aggiungere un “About me”, non tanto perché tutte le blogger che leggo ce l’hanno, ma piuttosto perché credo ormai di aver parlato di me abbastanza su questo blog, e dunque che valga la pena riassumere un po’ meglio chi sono in una pagina statica.

Inoltre, dopo tanto scrivere, questo blog adesso vive non più soltanto per promuove un nuovo approccio alla casa con i bambini, approccio che ormai, anche grazie a questo blog (e perdonate la modestia!), credo sia molto più compreso e vissuto dalle giovani famiglie.

[Leggi tutto]

A Natale soddisfiamo esigenze

MObile little home by Studio Mikutta via designperbambini.itNon tutti i Natali sono uguali per me. Ce ne sono stati di chiassosi e numerosi, altri invece minimalisti senza parenti, da quando abbiamo figli poi i Natali sono uno in Italia ed uno in Germania. E poi ci sono dei Natali particolari, che sento più degli altri. Ed a pensarci un po’ su sono in Natali in cui mi ritorna quello spirito bambimo, quella voglia di meraviglia che poi mi spinge a volerla ricreare per i miei figli.

[Leggi tutto]

Lenti inizi

Soft foxes

Sono passati due mesi dall’ultimo post, era l’ultimo giorno di scuola di mia figlia, oggi invece è il suo primo giorno di scuola.

Vi racconterò poi come è andata, come è stato per lei e come come l’abbiamo vissuta noi genitori, oggi vi parlo invece delle cose che ho imparato durante tutto questo lungo tempo, ahimè non tutto di vacanza!

Beh cominciamo con il dire che ho imparato ad aggiornare WordPress. Chi segue la pagina Facebook del blog avrà letto qualche mio disperato messaggio. Aggiornando il tema che utilizzo ho “rotto” il blog che è rimasto irraggiungibile per un paio di giorni. Beh con qualche consiglio di amici e qualche ricerca on-line ora posso dire di aver superato il peggio, ora oltre ad essere una mamma navigata, sono una blogger navigata!

A parte i nuovi skills da amministratrice del blog, credo di aver conquistato tante nuove altre competenze come persona. Le vacanze sono purtroppo l’unico momento di immersione totale nei rapporti familiari, con i bimbi, con Lui e con i miei genitori, e dunque un vero laboratorio emotivo durante il quale ho scoperto e capito nel profondo come i rapporti possono evolvere, sempre, perchè la capacità di imparare, di capire, di capirsi e conoscersi non si perde mai.

Adesso starete pensando ad una crisi di coppia, eh eh, ed invece no, mi riferisco al rapporto genitore-figlio, a quello che ho con i miei meravigliosi cicchetti, ed a quello che ho con i miei genitori. Genitori che ahimè inesorabilmente invecchiano e che, mentre i miei bimbi crescono ed acquistano autonomia, loro invece la perdono.

La mamma ed la piccola volpe le ho trovate su Etsy, nel simpatico negozio ungherese di Andrea Vida. E’ una vita che non segnalo qualcosa da Etsy, come è davvero troppo che non segnalo un giocattolo. Visto che questo settembre è per me all’insegna della riconquista della semplicità e dell’autentico, ho pensato che qualcosa di fatto a mano dalla piattaforma che ha rivoluzionato l’artigianato “moderno” fosse una scelta giusta e congrua.

A presto con gli agiornamenti dalla prima elementare!

L’ultima volta di Kiddy Kabane

Favourite things by Paola Carlotto, founder of Kiddy Kabane, via designperbambini.it

Oggi la seconda puntata della serie di interviste “L’ultima volta di…”. La parola la lascio a Paola Carlotto, la donna dietro Kiddy Kabane, giovanissimo e curatissimo shop on-line di prodotti, décor e giochi per bambini.

L’ULTIMA VOLTA CHE TI SEI SENTITA IMPREPARATA

Ah! Odio sentirmi impreparata! Per esempio sono una che prima di partire per un viaggio si informa su tutto e di più. Per poi arrivare a destinazione a fare da Cicerone, come se conoscessi il luogo come le mie tasche e ci avessi vissuto per minimo 5 anni…

L’ULTIMA VOLTA CHE HAI DATO UNA CAREZZA

Stamattina, come ogni mattina, prima di uscire vado a vedere il mio bimbo che ancora dorme e accarezzo la sua dolce testolina. Diciamo che lo faccio sempre però, fra baci e carezze credo che gli consumerò la pelle.

L’ULTIMA VOLTA CHE HAI DETTO UNA BUGIA

Fammici pensare…non sono capace di dire bugie, m’impappino, te ne accorgi subito..magari qualcuna di piccola, quelle “ovvie”…”a fin di bene”…Esistono i maghi della bugia, io no, sono proprio una dilettante.

[Leggi tutto]