Laboratori per bambini

7886cf9dbc3157d26567bad31721203aIl fine settimana torinese si avvicina ed io colgo l’occasione per parlarvi di un designer eclettico e simpatico che avrò il piacere di incontrare proprio a Torino, nell’ambito di Operae.

Insieme ad altri artisti Luca Boscardin animerà il fitto programma di laboatori per bambini curato da Yellobasket.it ed ospitato nella tre giorni di Operae a Torino questo fine settimana. Consiglio quindi a tutti i genitori in zona di studiarsi bene il programma qui.

Di Luca vi ho già parlato in passato, quando vi ho presentato gli adesivi murali di stoffa Peridea, di cui Luca ha ideato ben due serie. Luca è anche il designer dietro alcuni elementi della collezione Totem della Kidsonroof, ma soprattutto Luca Boscardin è autore di una piccola serie di illustrazioni davvero bellissime sui rumori domestici, che vi mostro in questo post. Di questa serie adoro lo stile retrò e l’eleganza giocosa, l’equilibrio perfetto tra segno ed immagine.

Questa di oggi poi è anche la segnalazione giusta per questo periodo in cui vedo mia figlia giocare con le lettere e con i suoni. Le ho mostrato i quadri e lei si è divertita tanto nello scoprire la sinergia tra immagine, segno e suono.

 

Il design indipendente è a Torino

E’ con immenso piacere che vi racconto di Operae, il festival di design indipendente che si svolgerà il prossimo fine settimana a Torino presso i cantieri OGR e che mi vedrà coinvolta addirittura in una duplice veste. Grazie infatti alla ormai duratura collaborazione con Yellowbasket.it sono stata coinvolta nell’evento in qualità di epositrice. Le mie Lina saranno esposte nello spazio che quest’anno Operae dedica al mondo del bambino e che ha deciso di affidare “alla curaYellowbasket.it. Una piccola anteprima ve la mostro in foto, le mie Lina, perfectly styled in compagnia di My Lovely Stuff e gli stickers della mitica Ferm Living.

Ma l’esposizione non è solo l’unico motivo per venire a Torino il prossimo fine settimana, le dinamiche ed instancabili Marta ed Alice hanno anche curato un programma fittissimo di attività e laboratori per bambini di cui vi parlerò più in dettaglio i prossimi giorni.

In ultimo, nella giornata di chiusura, ci sarà una tavola rotonda di discussione su design, infanzia e creatività, temi molto cari a questo blog. Con me ci saranno ospiti interessantissime che non vedo l’ora di conoscere di persona.

Insomma il prossimo fine settimana ad Operae, oltre ad incontrare la sottoscritta, sarà possibile conoscere studi di design, designer artigiani, makers, editori, designer digitali e acquistare prodotti realizzati in piccole serie o in edizione limitata, tutti, come anche le mie Lina, curati in ogni dettaglio e in ogni fase della filiera, dalla ideazione alla produzione fino alla distribuzione.

Io e le Lina vi aspettiamo a Torino!

 

Venite a conoscermi!

La casa con lo scivolo progettata da Level ArchitectsDomani 21 Aprile alle 18 sarò alla libreria Ponte Ponente di Roma (metro A Ponte Lungo) a parlare di casa a misura di bambino. Insieme al pubblico si parlerà di come come rendere la casa funzionale e piacevole nel rispetto delle esigenze di grandi e piccini.

Vi aspetto!

La segnalazione di oggi è una casa con tanto di scivolo a Tokyo progettata dallo studio Level Architects, una casa davvero pensata intorno alle esigenze dei bambini!

Kids Room Zoom

Salamandre bookcase by Nonah

Quella che vi presento oggi è la bellissima libreria modulare Salamandre della francese Nonah, che ho scoperto da quando Paola Noè di unduetrestella mi ha presentato il progetto Kids Room Zoom da lei ideato e curato assieme alla austrica Perludi (vi ricordate il fantastico letto a castello in legno e feltro?). L’idea è quella di allestire all’interno del Fuorisalone durante la settimana del Salone di Milano (12-19 Aprile) un intero appartamento con le ultime tendenze del design per bambini. Giovani brand internazionali, ma anche artisti, renderanno un appartamento milanese completamente a misura di bambino.

Io naturalmente ci sarò e sarebbe bello incontrarvi lì (contattatemi via mail se davvero sarete da quelle parti), per vedere dal vivo tanto di quello di cui vi ho parlato nelle pagine di questo blog: il tavolino-casetta degli spagnoli Nine-to-Nine, i tappetoni triangolari Tukluk, i mobili Perludi, le creazioni degli olandesi Kids on Roof, un nuovo progetto delle bravissime Marta e Alice di Yellowbasket (stay tuned, ve ne parlerò presto in dettaglio), i magnifici mobili degli americani Kalon Studio.
Insomma un evento a cui NON mancare per gli appassionati come noi di design per bambini!

Un cucchiaino a Londra

Miralda Colombo fotografa la mostra "Sit Down" al Museum of Childhood di LondraIl Cucchiaino di Alice e’ proprio un bel blog che seguo davvero con molta attenzione, ancora di piu’ ora che ho conosciuto al mamma-blogger che lo gestisce. Ci siamo conosciute grazie ai nostri blog, ci siamo avvicinate anche grazie alla rivista “Un Pediatra per Amico” con la quale collaboriamo, e ci siamo scoperte entrambe design-addicted ed entrambe innamorate di Londra. Chi come me segue il Cucchiaino sa che ora Miralda con tutta la famiglia e’ in trasferta a Londra, ho quindi colto la palla al balzo per intervistarla e farvela conoscere meglio, per farci raccontare qualcosa sulla sua esperienza a Londra, per farvi vedere qualche suo meraviglioso scatto di Londra e del Museum of Childhood (tutte le foto di questo post sono scatti di Miralda Colombo) e per farci raccontare di qualche suo desiderio per la cameretta della piccola Alice. Buona lettura.

Miralda Colombo fotografa Londra
Prima di tutto raccontiamo a chi ancora non conosce il tuo blog della sua genesi, come nasce il cucchiaino?

Per caso e per passione. Dopo la nascita di Alice e i mesi passati con lei non ho ripreso il lavoro che prima mi assorbiva quasi totalmente. Pensavo di aver perso qualcosa di molto importante. Ma i bambini hanno il potere di farti vedere le cose da un’altra prospettiva e di trasformarti. Ho scelto di mettere in ordine tutte quelle idee nate in cucina, sviluppate nei mesi e soprattutto di creare un angolo che fosse solo mio e di Alice. Ho ripreso a scrivere con una leggerezza che mi mancava da anni, da quando lo facevo nei primi anni di lavoro. Ed è nato Il Cucchiaino, anche grazie al supporto di due amici, il webguru e Miss Cia, la mano creativa. Poi, come capita con tutto ciò che non ti aspetti, il blog è cresciuto in maniera incredibile in pochi mesi e cosa ancor più strana, per me che sono tanto irrequieta, continua  a divertirmi.

[Leggi tutto]