Costruire

Stick-lets by Christina Kazakia via designperbambini.it

Dopo lunghe assenze tornare è sempre più difficile, le giustificazioni si fanno sempre più dure da trovare, le spiegazioni sono sempre meno facili da dare. E questa è stata di certo una delle mie più lunghe assenze dal blog, ma trovare un modo semplice e diretto per spiegarla ai miei carissimi lettori non mi è stato affatto difficile questa volta. Sono stata via per costruire.

Sono stata via per costruire il mio benessere, che le ultime fatiche mi avevano davvero tolto. La ristrutturazione del blog, la preparazione della fiera, mia figlia ed le sue paure dopo i ladri a casa, le riorganizzazioni a lavoro, le serate passate davanti al computer invece che accoccolata al Lui davanti ad un buon film, l’inverno romano piovoso. Insomma ero davvero esausta, ero stanca, provata, e addirittura con qualche piccolo problema vero di salute!

[Leggi tutto]

Occasioni

Dottir&Sonur lamp via designperbambini.itQuanto è importante saper comunicare bene? Non solo io come blogger con i miei lettori, ma anche io come mamma con i miei figli, io a lavoro con i miei colleghi e superiori. Comunicare bene per farsi capire, ma soprattutto comunicare bene per offrire un idea di se stessi positiva. Le regole sono poche e semplici e la mia preferita è quella di pensare e comunicare sempre positivo. Minimizzare le critiche, trasforandole sapientemente in spunti di riflessione eventualmente, vedere le difficoltà come occasioni per migliorare, per cambiare.

Ecco qui che il nostro trasloco, da gestire con 2 bimbi e senza nonni, cerchiamo di farlo diventare un occasione. L’occasione per sfoltire del non necessario le nostre proprietà (compresi i giochi non toccati più da secoli), per migliorare gli spazi, per razionalizzare l’organizzazione e, perché no, per trovare ispirazione.

L’idea iniziale ce l’ho avuta qualche tempo fa rimirando le bellissime lampade in legno di Marz Design, scovate sul blog The Contemporist. Poi ieri preparando la prima scatola di giochi mi sono imbattuta nelle maxi-perle in legno che i bimbi usavano per il gioco dell’infilare e che ora non si filano più tanto ed ho avuto una scintilla!

Per preparare poi il post di oggi, messi i pupi a nanna mi sono messa a cercare in rete, tra i miei link che mi segno un po’ ovunque, ed alla fine ho trovato questa lampada più colorata e sbarazzina della prima ed ho deciso che le maxi-perle i miei figli le avranno a casa nuova infilate nel lampadario!

La lampada che vi segnalo oggi è prodotta interamente in Germania dalla coppia Dottir&Sonur, coppia sul lavoro e nella vita, nonché genitori di due bellissimi bimbetti.

La stanza di Marcello

La stanza di Marcello by Antigone AcconciLe idee buone non mi mancano, mi permetto di dirmelo senza falsa modestia, l’implementazione delle idee buone invece è totalmente assente.

Così è cominciata 2 anni fa la rubrica Rooms with a View e nonostante abbia contattato diversi candidati, nonostante siano già stati presi accordi, nonostante siano anche arrivati i primi provini delle foto, io ogni volta prima di postare è quasi un parto, una gestazione da post!

In questi giorni poi ci sono aggravanti di varia natura, i parenti a Berlino, i parenti in Italia, i regali, gli auguri, e sono certa che sapete, che capite, che siamo tutte un po’ nella stessa situazione per fortuna!

Insomma, oggi però ce l’ho fatta, Antigone, la mamma di Marcello, designer ed architetto ci apre le porte della stanza che ha arredato per il suo Marcello. Per lei la nascita del figlio è stata un nuovo stimolo creativo, grazie a Marcello infatti è nato il tappeto Campana, prodotto da CB2 e diventato ormai un vero best seller. Il tappeto riproduce una campana appunto, ed il grigio richiama l’asfalto di una strada, di una piazza prestata al gioco.

[Leggi tutto]

Si torna a casa

Home sweet home selection by designperbambini.itSi rientra in Italia, si torma a casa…senza pupi però! Loro infatti trascorreranno un’altra settimana qui a Berlino con i nonni per poi tornare con Lui che verrà a prenderli…per un totale di quattro giorni senza genitori, periodo breve che sappiamo sapranno potuto affrontare tranquillamente sia i nonni sia i bimbi.

Ed invece è tragedia. Ho cominciato ad affrontare la cosa da qualche giorno e la mia ciccetta (quattro anni e mezzo, una donna ormai) e la cosa la getta in uno stato di isterica disperazione puntualmente. Io sono davvero convinta che staranno tutti bene e che non li sto abbandonando, ma devo ancora riuscire a farlo capire a lei. Ci sto pensando molto e qualche idea su come affrontare la cosa me la sono fatta e la sto attuando, speriamo solo che sortisca gli effetti sperati! Vi tengo aggiornati!

La segnalazione quindi è sul tema della casa chiaramente: 1 serie Studio di Ferm Living, 2 Collectors House di Kidsonroof, 3 casette fai-da-te in cartone e nastro adesivo, tutte le info qui e qui.

Buon week-end a tutti.

 

Easter bunny

easter bunny by designperbambini.itEro convinta che il coniglietto di Pasqua fosse una tradizione americana arrivata qui come tante altre, che c’entra un coniglio con le uova, mi dicevo, le uova sono appannaggio della gallina! Ed invece grazie a wikipedia mi sono ricreduta, il coniglietto di Pasqua è una figura magica, che ha origini lontane nel tempo. Quest’anno quindi la nostra tradizionale caccia alle uova (la mia ciccia cercava già uova di cioccolata quando ancora non sapeva cosa fosse la cioccolata!!!) sarà anche un po’ la caccia ai coniglietti magici. Questa Paqua poi i coniglietti ce li porteremo fino a Londra, dove ci aspetta il nostro Onkel Dandy, trasferitosi da poco da Berlino a Londra, e che ci ospiterà ni una casa a sua detta molto bohemien (che secondo me significa molto zozza!) e li nasconderemo lì.

L’idea mi è venuta qualche giorno fa, ma è stata implementata tra questa notte e quei 15 min questa mattina che i bimbi (senza scuola ed asilo) sono stati tranquilli a giocare tra loro. Questo per farvi capire che è un progettino davvero alla portata di tutti. Basterà stampare il pdf che potete SCARICARE QUI, ritagliare ed unire i due coniglietti in modo da poterci nascondere dentro gli ovetti e le caramelle per la caccia.

Io ho usato del praticissimo e bellissimo washi tape, del nastro adesivo di carta colorato e removibile, che ultimamente si trova in vendita in Itala alla Upim (dal Giappone fino alla Upim, che viaggio improbabile!).

Come vi dicevo, io li userò per la caccia alle uova, ma questi coniglietti sono perfetti come segnaposto per decorare la tavola pasquale, o semplicemente come gioco da colorare.

Spero davvero che piacciano anche a voi, la mia ciccia se ne è innamorata ed ha preteso che le facessi anche delle carotine per non farli morire di fame!