Cucinetta aperta

Pipedo cucinetta per bambini by Maria Piovano via designperbambini.it

La cosa bella, anzi sicuramente la cosa più bella dell’avere un blog seguito da tanti lettori è che entri in contatto con tante persone nuove, tante storie meravigliose, tante avventure intraprese con entusiasmo e convinzione. Così è stato quando mi contattarono la prima volta le Yellow Basket, ci siamo subito piaciute, e così è stato ancora quando mi hanno reso partecipe dalla grande avventura che è stata XXS Design, il primo concorso per idee che in Italia sia stato dedicato al design per bambini. In quell’occasione ho avuto anche l’onore di far parte della giuria e di visionare tutti i progetti partecipanti. Oggi vi presento una piccola eredità di quella bella avventura, Pipedo, la cucina-gioco proposta da Maria Piovano che fuori da XXS Design vi è vestita di nuovo, grazie ad una riuscitissima collaborazione con la bolognese t-fish, ed è bellissma, una cucina semplice, dalle linee pure, che la rende un gioco aperto, il veicolo perfetto per il gioco libero e creativo. Che onore poterne parlare qui in anteprima per voi!

Maschi in cucina

Barbecue play set by Plan Toys

Ultimamente si parla spesso di omosessualità ed omofobia e tra le tante discussioni che ho sentito in merito mi sono tornate in mente una serie di riflessioni sull’omofobia e la scelta dei giochi.

A casa vecchia per esempio avevamo come vicino di casa uno chef, un vero e proprio cuoco che gestiva (e gfestisce ancora)  la cucina di un famoso ristorante a Roma. Un bell’uomo, sposato e con figli, eterosessuale. Mia figlia adorava il figlio maggiore e quindi spesso lo invitavo per un po’ di giochi inseme alla ciccetta. Ebbene questo bimbo non aveva a casa una cucinetta per giocare, non una pentolina una! …e appena veniva da noi si metteva a giocare con la nostra (si anche mia, ci gioco anche io!) e si metteva a costruire con mia figlia allestimenti strepitosi per ristoranti, facevano pic-nics, insomma un bambino frustrato. Non poteva giocare con le pentoline perchè certe cose non si regalano ai maschi, sebbene vedesse tutti i giorni il padre andare a lavorare in ristorante. Come se una pentolina mettesse a repentaglio la futura virilità di un uomo!

Lo stesso meccanismo impedisce a molte mamme di comprare passeggini giocattolo ai maschi, come se non se ne vedessero di papà che spingono passeggini…insomma mi avete capito no!?!?

E siccome il week-end è alle porte, e siccome “grillen” (fare il barbecue in tedesco) è lo sport nazionale dove è nato il nostro daddy, ho pensato ad un BBQ set giocattolo, questo gioco infatti potrebbe essere un buon compromesso, anche per i genitori più timorosi!

Buon week-end a tutti!

p.s. Questo set giocattolo per il barbecue è di una delle mie marche di giochi in legno preferita, la Plan Toys!

Un progetto pomeridiano

Cucinetta D.I.Y. cucita da Rosa di MyAfternoonProject.blogspot.comOggi vi mostro una cucinetta che Rosa del meraviglioso blog My Afternoon Project ha cucito e assemblato con le sue mani per la sua bimbetta. Tutto è nato da un mio vecchio post ed uno sgabellino in cerca di ricollocazione. Di Rosa adoro il gusto delicato e così appena annunciò di volersi cimentare nel progetto le ho chiesto di concedermi l’onore di mostrarlo sul mio blog.

L’idea è davvero semplice: costruire una cucinetta cucendola sopra uno sgabello od un tavolino. Come potete vedere non manca nulla: sulla base d’appoggioc’è il rubinetto con lavandino in tela azzurra e i fuochi di tela rossa, più intensa al centro per simulare l’ardente calore, sul lato frontale le manopole per fuochi (dei bottoni neri) e il forno fatto con una sorta di tendina semitrasparente per controllare la cottura. Poi su un altro lato Rosa ha cucito a mano una tasca costruita con una rete elastica, e sul terzo lato una barra per gli utensili fatta con una striscia di feltro speso applicata con il velcro. Che dire, bravissima!

Io adoro il gioco simbolico ed in particolare giocare a cucinare, a fare la spesa, a prendere il the…E per fortuna mia figlia mi asseconda e mi lascia giocare con lei ;) La nostra cucina è molto più spartana, anche basata su um pezzo Ikea e poi naturalmente abbiamo pentoline varie e tanto play food, qualcosa dell’Ikea e qualcosa della tedesca Haba che a me piace tanto.

Cucinetta D.I.Y. di Rosa di myafternoonproject.blogspot.com

Cucinetta DIY

D.I.Y. play kitchen by Fröken SkickligIeri sera mi sono spulciata per bene i video del nuovo progetto dei Piccolini Barilla, la Piccolini.TV. E’ stato davvero molto divertente andare a vedere anche i contributi delle mamme francesi e tedesche…e mi è salita un po’ di nostalgia della mia vita a Berlino! Confesso che poi mi sono persa nella rete tra i blog DE. Non so bene come stai messa la Francia quanto a kids-friendlyness (concedetemi questa licenza), ma la Germania, e Berlino specialmente, stanno davvero avantissimo! Per quanti di voi capiscono il tedesco consiglio vivamente un giro sul sito del magazine free-press per le famiglie berlinesi Himbeer (si, avete capito bene, esiste un magazine gratuito pensato per le famiglie di Berlino!). Qui ho scoperto un tutorial per creare una cucineta fatta a mano davvero deliziosa partendo da uno sgabellino e rivestendolo con qualche accorgimento stylish! L’ideatrice è  una crafter svedese che vive a Berlino, il suo blog è Fröken Skicklig con il tutorial della cucinetta che, per fortuna vostra, è in inglese!

…E se non sapete cucire mettete a lavoro le nonne!!!

P.S. Prima o poi troverò il coraggio di mostrarvi la nostra mini-cucinetta DIY!

Suggestioni culinarie

fornello giocattoloDopo l’intervista al Cucchiaino di Alice casualmente mi sono ritrovata a fare indagini in rete per trovare la cucinetta giusta per la mia gnoma. Naturalmente l’offerta è infinita, se ne trovano sono per tutti i gusti e per tutte le tasche…e per fortuna ce ne sono anche per tutte le dimensioni. Noi infatti avendo seri problemi di spazio ci stiamo orientando verso una cucinetta “da campeggio”, si insomma un fornelletto giocattolo per intenderci, da appogiare sul tavolino o per terra e da poter metter via facilemente per guadagnare spazio in caso di amici a cena. Alla fine la nostra scelta si restringe a giochi in legno. Oltre al fornelletto minimal della giapponese Chigo nella foto sopra (non ho ancora capito a quanto sta lo yen!) ho trovato un fornelletto di legno della tedesca Haba, un fornelletto sempre in legno e anche molto bello della Plan Toys, ed in ultimo segnalo anche un paio di alternative della tedesca Verneuer, specializzata in giochi steinerieni, che trovate in fondo a questa pagina qui.

PaperNest playkitchenNoi siamo ancora molto indecisi, vorremmo in realtà trovare il tempo per costruirne una noi. L’idea me la mise in testa un po’ di tempo fa una bella raccolta fotografica fatta dal Mercatino dei Piccoli in questo post. Gli esempi selezionati in quel post sono davvero roba da esperti bricoleur. Per fortuna però i bimbi  hanno un’immaginazione fervida e per una cucinetta basta davvero poco, materiali semplici ed un po’ di buona volontà.  Nella foto qui accanto un esempio davvero semplice da riprodurre, opera di Annie di PaperNest per la sua piccola Mia. Foto scovata su Ohdeedoh.