L’amore, il gioco, il genere

Vintage Lego Ad from 1981 via designperbambini.it

E’ da tempo che penso di rinnovare alcuni contenuti di questo blog che ultimamente non sento rappresentarmi più bene come una volta.

In primis credo sia arrivato il momento di aggiungere un “About me”, non tanto perché tutte le blogger che leggo ce l’hanno, ma piuttosto perché credo ormai di aver parlato di me abbastanza su questo blog, e dunque che valga la pena riassumere un po’ meglio chi sono in una pagina statica.

Inoltre, dopo tanto scrivere, questo blog adesso vive non più soltanto per promuove un nuovo approccio alla casa con i bambini, approccio che ormai, anche grazie a questo blog (e perdonate la modestia!), credo sia molto più compreso e vissuto dalle giovani famiglie.

[Leggi tutto]

A Natale soddisfiamo esigenze

MObile little home by Studio Mikutta via designperbambini.itNon tutti i Natali sono uguali per me. Ce ne sono stati di chiassosi e numerosi, altri invece minimalisti senza parenti, da quando abbiamo figli poi i Natali sono uno in Italia ed uno in Germania. E poi ci sono dei Natali particolari, che sento più degli altri. Ed a pensarci un po’ su sono in Natali in cui mi ritorna quello spirito bambimo, quella voglia di meraviglia che poi mi spinge a volerla ricreare per i miei figli.

[Leggi tutto]

Ma che davvero?

Oggi ho il piacere di annunciare una nuova divertente avventura in cui mi ha trascinato Wonderland, quella bionda svitata e simpaticissima che scrive sull’esilarante blog Ma che davvero? le sue avventure di giovane mamma, che sicuramente voi tutti giá conoscete. Mi ha chiesto infatti di tenere una piccola rubrica sul suo blog  e in base alle vostre domande daró puntata dopo puntata qualche suggerimento su design e decor per bambini. Il primo argomento l’ha scelto lei…Quando il design va in vacanza é il tema del primo post della rubrica. Andate a vedere sul suo blog i miei suggerimenti in proposito e scrivetele se volete suggerire l’argomento del prossimo articolo!

p.s. Ma non é fantastico il logo della rubrica?!? Bravissima Wonderland!

Liberiamo la fantasia

costruzioni in legno di Miller Goodmann

Questo mese leggo con particolare interesse il blog Genitori Crescono, scritto da due bravissime mamme romane. Tutto dicembre sul loro blog si parla del gioco, tema a me tanto caro. Leggendole mi sono accorta di quanto sia in sintonia con loro, ed in particolare mi ha colpito questo post in cui si parla di giochi che stimolano la fantasia.  Serena e Silvia come me sono dell’opinione che i giochi moderni offrano troppo spesso spunti di gioco pre-confezionati che di fatto inibiscono la creatività dei bimbi  (Serena nel post fa l’esempio della bambola di suo figlio che avendo in dotazione un termometro è condannata al triste destino di malata cronica!).

E quindi vi segnalo le bellissime Play Shapes di Miller Goodman che trovo invece un gioco che stimola fortemente la fantasia. Le ho scoperte per caso la settimana scorsa in un negozio di Londra (si, ero a Londra, per questo sono mancata da questo blog così a lungo).  Sono semplicemente 74 pezzi di legno dalle facce in parte colorate che permettono di costruire infinite forme.  Se poi dalle vostre parti fantasia più che insonnolita dai giochi main-stream è letteralmente in letargo allora andate a dare un’occhiata al Play Shapes Pool su Flickr.

[Leggi tutto]

In giro per Berlino

Come vi dicevo nell’ultimo post siamo reduci da un viaggettino a Berlino, dove naturalmente ho trovato tante cosette da segnalarvi. Comincio subito con un gioco davvero vorrei ma non posso: mattoncini di legno Bauhaus, che la svizzera naef riproduce dal ’77 secondo il disegno originale custodito al Bauhaus Archiv di Berlino. Il design é di una delle donne più importanti del Bauhaus, Alma Buscher. I mattoncini hanno forma e colori diversi, e come mostra la scatola, permettono di dare vita ad infinite architetture. Questo gioco faceva parte della Kinderzimmer progettata dalla Buscher all’interno della “Haus am Horn” nel ’23 per la prima grande mostra del Bauhaus a Weimar.

Questo gioco, purtroppo tutt’altro che economico, l’ho trovato nel megastore Dussmann a Friedrichstraße, dove é in corso una piccola mostra sul Bauhaus. A Berlino inoltre si stanno per chiudere due mostre interessanti al Martin-Gropius-Bau, una su Le Corbusier ed una sul Bauhaus, mostre che ahimè con gnoma al seguito non sono riuscita a visitare…

Le foto le ho fatte con il cellulare, chiedo venia. Però mi interessava mostrare il packaging che trovo bellissimo di cui non ho trovato altre foto on-line. A presto con altre scoperte da Berlino!