Giochiamo o leggiamo?

Kinkeliane @kidsroomzoom via designperbambini.it

Lo so, è dall’inizio delle vacanze che non mi faccio viva, ma che ci posso fare, io ho dei limiti!

Ma oggi vi scrivo al volo, non per parlarvi dei miei limiti, ma di qualcosa di molto più importante. Questo fine settimana, all’interno del Pitti Bimbo, una nuova edizione del KidsRoomZoom, che anche questa volta vedrà molti dei marchi più interessanti nel mondo bimbo, alcuni dei quali ho visto crescere di persona!

La segnalazione di oggi quindi la potrete vedere con gli occhi questo fine settimana a Firenze, un divanetto-libreria, una vera e propria reading nook, un posticino per rilassarci, ma anche un elemento di gioco, di Kinkeliane, una ditta norvegese che non conoscevo e che ho scoperto proprio sul sito di KidsRoomZoom.

Se non avessi 20 bambini a casa a festeggiare mia figlia questo sabato, io prenderei un treno in giornata e andrei anche io a rifarmi gli occhi!

Nel bosco incantato

Casa Cabana di Kidsonroof customized by Agathe Singer via designperbambini.itDi Kidsonroof vi ho già parlato in passato, ma in effetti la casetta di cartone Casa Cabana non ve l’avevo mai segnalata. Adoro praticamente tutto di Kidsonroof, dalle panchette, alla casa di bambole, alla vasta collezione di costruzioni in cartone Totem che da poco vantano anche la collaborazione con Luca Boscardin, di Friday Project, di cui vi ho parlato nell’ultimo post sugli adesivi di stoffa Peridea.
Ma indsomma i lettori del mio blog ormai sono conoscitori del settore e la casetta in cartone Casa Cabana è ormai un grande classico. Vi segnalo però questa deliziosa customizzazione che ne ha fatto l’artista ed illustratrice Agathe Singer, andate a visitare il suo sito, io adoro le sue illustrazioni, delicate, eleganti e colorate allo stesso tempo, troverete anche la foto-storia di questo progetto passo passo!.
Bellissima la sua interpretazione di Casa Cabana di Kidsonroof, che grazie a Agathe diventa una casetta in un bosco incantato uscito fuori da qualche dipinto naif.

Si torna a casa

Home sweet home selection by designperbambini.itSi rientra in Italia, si torma a casa…senza pupi però! Loro infatti trascorreranno un’altra settimana qui a Berlino con i nonni per poi tornare con Lui che verrà a prenderli…per un totale di quattro giorni senza genitori, periodo breve che sappiamo sapranno potuto affrontare tranquillamente sia i nonni sia i bimbi.

Ed invece è tragedia. Ho cominciato ad affrontare la cosa da qualche giorno e la mia ciccetta (quattro anni e mezzo, una donna ormai) e la cosa la getta in uno stato di isterica disperazione puntualmente. Io sono davvero convinta che staranno tutti bene e che non li sto abbandonando, ma devo ancora riuscire a farlo capire a lei. Ci sto pensando molto e qualche idea su come affrontare la cosa me la sono fatta e la sto attuando, speriamo solo che sortisca gli effetti sperati! Vi tengo aggiornati!

La segnalazione quindi è sul tema della casa chiaramente: 1 serie Studio di Ferm Living, 2 Collectors House di Kidsonroof, 3 casette fai-da-te in cartone e nastro adesivo, tutte le info qui e qui.

Buon week-end a tutti.

 

Ma che davvero?

Oggi ho il piacere di annunciare una nuova divertente avventura in cui mi ha trascinato Wonderland, quella bionda svitata e simpaticissima che scrive sull’esilarante blog Ma che davvero? le sue avventure di giovane mamma, che sicuramente voi tutti giá conoscete. Mi ha chiesto infatti di tenere una piccola rubrica sul suo blog  e in base alle vostre domande daró puntata dopo puntata qualche suggerimento su design e decor per bambini. Il primo argomento l’ha scelto lei…Quando il design va in vacanza é il tema del primo post della rubrica. Andate a vedere sul suo blog i miei suggerimenti in proposito e scrivetele se volete suggerire l’argomento del prossimo articolo!

p.s. Ma non é fantastico il logo della rubrica?!? Bravissima Wonderland!

A modern playhouse

Ho scovato per caso girovagando su Design Milk queste casette in legno favolose. Io le trovo un po’ giocattolo ed un po’ vero e proprio pezzo di arredamento. Sono due modelli proposti da Modern Playhouse. Di queste casette adoro lo stile contemporaneo, la semplicita’ delle forme e dei materiali e poi la loro filosofia. Dal loro sito leggo “The Modern Playhouse space invites creativity by virtue of its simplicity”, cosa che io trovo verissima, i giochi semplici ed aperti sono quelli che meglio stimolano la fantasia.  Insomma una casetta perfetta, tranne un piccolo particolare…indovinate quale?!?!