L’ultima volta delle Civette sul Comò

L'ultima volta delle civette sul Comò via designperbambini.itContinua oggi la serie “L’ultima volta di”, modalità che d’ora in poi caratterizzerà le interviste su questo blog, un modo per me per far conoscere le persone che apprezzo, gli sponsor che scelgo, e perché no, per parlare e mostrarvi anche altro oltre al design e decor per bambini.

Oggi a raccontarsi sono Giorgia ed Alberta, le mamme dietro Le Civette sul Comò, due amiche che per riuscire a conciliare vita familiare e lavoro hanno deciso di aprire un e-commerce ed uno shop a Milano. Giorgia ed Alberta le conosco ormai da tempo, ma quest’anno ho avuto il piacere di conoscerle di persona a Milano durante un evento a cui hanno partecipato in Cascina Cuccagna, luogo davvero piacevole ed a misura di famiglie. Le Civette in quell’occasione hanno presentato al pubblico le novità di Ava Room, brand Finlandese di cui hanno l’esclusiva e di cui vi avevo già parlato un paio di anni fa. Quest’anno tra le novità ha dei meravigliosi e coloratissimi cuscinoni in ecopelle, andate a sbirciare nel loro e-shop! Ma veniamo alle loro ultime volte…

L’ultima volta che hai riso di cuore

Quando durante un viaggio per una fiera abbiamo sbagliato fermata del treno…e ci siamo trovate a 60 km dalla nostra destinazione…un pochino distratte ma affascinate dal paesaggio e dalle chiacchere in treno…anche il lavoro è divertente!

L’ultima volta che mi hanno detto: “Te l’avevo detto”

Quando mio marito mi ricorda che ho qualcosa sui fornelli ed io sicura di me gli dico che manca ancora del tempo; poi all’improvviso sento quello sfrigolio di bruciato che annuncia qualcosa di brutto…eh sì , la cena è andata, chiamiamo la pizza!

L’ultima volta che ti sei sentita impreparata

Ad una tavolata di amici, a fine cena, dove il discorso è finito sulla politica e sugli squallidi personaggi che ci sono in circolazione al momento. Tra gli incastri quotidiani tenersi aggiornati non è semplice.

[Leggi tutto]

Amore a prima vista

PROTECTION PROJECT COLLECTION BY JAEKYOUNG KIM & HYUNJIN SEOConfesso, il venerdì è il giorno delle tentazioni, il giorno della distrazioni. Ed anche questo non fa eccezione. Qui dal mio temporary home office a casa dei suoceri oggi anche mi sono persa a congetturare piani per il week-end, a trastullarmi dopo pranzo, a gironzolare per la rete. Ed era da un bel po’ che non mi facevo un giro personale per i miei siti preferiti. Così ho scoperto questo meraviglioso progetto dalla Corea, il lettino soprattutto mi ha rapito, l’ho scovato su Daddy Types, lo ritrovato a casa della bravissima Handmade Charlotte, ed ho scoperto che è stato pubblicato qualche tempo fa su Moloko (vedi a non consultare regolarmente il mio caro Google Reader!!!).

Protection Project Collection by Jaekyoung Kim and Hyunjin SeoBello il tavolino dodecagonale dai bordi in tessuto, bello il trenino cavalcabile e porta giocattoli, stupendo l’armadio valigia che ricorda sfarzosi viaggi sull’Orient Express, ma il letto è quello che mi ha conquistato! Meraviglioso! Tutti i dettagli sul sito dello studio coreano Kam Kam.

Piccoli grandi spazi

Cameretta su misura by Atelier (P)andaIl tema dello spazio è certamente molto sentito per chi come me vive con famiglia in una grande metropoli, dove il prezzo di un metro quadro di spazio vitale costa più dell’oro. Quanti ne ho visti di progetti di ristrutturazioni in cui la cucina stretta e lunga diventava la cameretta ed il salotto buono si ibridava in cocina-living room, e quanto poi ne ho viste di camerette per bambini strette e lunghe e terribilmente soffocanti.

[Leggi tutto]

Io mi vesto da sola

La mia piccola comandantessa, ormai donna quattrenne, sta dimostrando ultimamente di aver conquistato davvero tante nuove competenze. Oltre ad aver imparato a mentire spudoratamente, ad aver affinato notevoli skills di regia (mette a punto situazioni esilaranti, distribuisce ruoli tra parenti ed amichetti e conduce l’azione magistralmente), adesso ha imparato a gestire da sola il suo armadio e a decidere da sola cosa indossare.

Fabulous GoosePrendendo infatti spunto da quelle rare volte che mi ha visto prepararle i vestiti la sera per il giorno dopo (eh si, ci provo sempre a fare la mamma organizzata), ora lei la mattina, nel corri-corri generale, spalanca le ante del suo armadio, e meticolosa prepara tutti i capi del suo outfit disponendoli in bella mostra sul suo letto. Poi soddisfatta chiama il genitore più vicino a rapporto e mostra il frutto del suo flusso creativo. Ed è divertentissimo vederla seria, che compone il suo look giornaliero, già con un gusto molto chiaro. La mia comandantessa mostra infatti uno stile ecccentrico ed colorato, un occhio sicuro, che gioca con gli eccessi, che non risparmia sugli accessori. Il tutto accompagnato da un portamento sprezzante, che non teme giudizi, che nei suoi innocenti quattro anni, ancora non conosce il termine…overdressed!

Le grucce in foto sono della svedese Fabulous Goose, che produce anche morbisissime coperte, tutto toccato con mano al Playtime, tutto davvero bellissimo e di qualità!

Forme antropomorfe

Hola Bandola cabinets by Strek CollectiveEd eccomi qui, circondata da scatoloni e pannolini taglia 3-6 Kg…ma finalmente con un po’ di pace e di tempo da dedicare al mio blog!

Ultimamente ci sono stati davero tanti tanti cambiamenti da queste parti, ma stranamente mia figlia, la grande, è riuscita a utilizzare questo caos i modo costruttivo e da pochi giorni ha cominciato a disegnare forme antropomorfe. La ciccietta ha sempre disegnato con grande piacere, tiene in mano senza problemi una matita da quando aveva 10 mesi, ed è sempre stata brava ad organizzare il tratto. Ad un anno e mezzo ci stupì con un disegno pieno di cerciettini perfettamente chiusi, segno di una buona maturità tattile e nella prensione. Da un po’ di tempo a questa parte invce non faceva che scarabocchiare, con veemenza riempiva il foglio con segni disorganizzati e anche un po’ rabbiosi. Poi la nascita del fratellino, poi il cambio di casa, poi le continue visite di amici e parenti, e poi… d’un tratto ci ha stupito con disegni di facce praticamente perfetti! Il caos intorno a lei le è servito in qualche modo e l’ha aiutata a mettere ordine sul foglio…strano no!?!

A questo aneddoto si sposano perfettamente questi cabinets visti al salone satellite quest’anno allo stand di Streck Collective, colorati e divertenti, dalle forme antropomorfe, allegri e sbarazzini, perfetti anche per la cameretta dei bambini.

P.S. Al salone satellite poi ho incontrato anche la simpaticissima Paola de La Margherita ed il Lappio, che mi ha intervistata. Le nostre chiacchiere le potte ascoltare qui.