Lenti inizi

Soft foxes

Sono passati due mesi dall’ultimo post, era l’ultimo giorno di scuola di mia figlia, oggi invece è il suo primo giorno di scuola.

Vi racconterò poi come è andata, come è stato per lei e come come l’abbiamo vissuta noi genitori, oggi vi parlo invece delle cose che ho imparato durante tutto questo lungo tempo, ahimè non tutto di vacanza!

Beh cominciamo con il dire che ho imparato ad aggiornare WordPress. Chi segue la pagina Facebook del blog avrà letto qualche mio disperato messaggio. Aggiornando il tema che utilizzo ho “rotto” il blog che è rimasto irraggiungibile per un paio di giorni. Beh con qualche consiglio di amici e qualche ricerca on-line ora posso dire di aver superato il peggio, ora oltre ad essere una mamma navigata, sono una blogger navigata!

A parte i nuovi skills da amministratrice del blog, credo di aver conquistato tante nuove altre competenze come persona. Le vacanze sono purtroppo l’unico momento di immersione totale nei rapporti familiari, con i bimbi, con Lui e con i miei genitori, e dunque un vero laboratorio emotivo durante il quale ho scoperto e capito nel profondo come i rapporti possono evolvere, sempre, perchè la capacità di imparare, di capire, di capirsi e conoscersi non si perde mai.

Adesso starete pensando ad una crisi di coppia, eh eh, ed invece no, mi riferisco al rapporto genitore-figlio, a quello che ho con i miei meravigliosi cicchetti, ed a quello che ho con i miei genitori. Genitori che ahimè inesorabilmente invecchiano e che, mentre i miei bimbi crescono ed acquistano autonomia, loro invece la perdono.

La mamma ed la piccola volpe le ho trovate su Etsy, nel simpatico negozio ungherese di Andrea Vida. E’ una vita che non segnalo qualcosa da Etsy, come è davvero troppo che non segnalo un giocattolo. Visto che questo settembre è per me all’insegna della riconquista della semplicità e dell’autentico, ho pensato che qualcosa di fatto a mano dalla piattaforma che ha rivoluzionato l’artigianato “moderno” fosse una scelta giusta e congrua.

A presto con gli agiornamenti dalla prima elementare!

Richieste morbide

Fauna Pillowd by Ross Menuez for Areaware via designperbambini.it…E gnete, il dado è tratto, la letterina per Babbo Natale è stata scritta! La ciccetta per quest’anno ha chiesto un passeggino per la bambola con lo schienale reclinabile, non in legno (la ciccetta ha espressamente specificato!), due cuscini a cuore, un cuscino a stella ed altre 4 soprese. Dice che lo sa Babbo Natale cosa saranno queste sorprese. Io posso cedere sul passeggino non il legno, su un cuscino a stella, e magari anche su un cuscino a cuore…ma due no, due cuscini a cuore proprio no!

Ho trovato questa collezione di cuscini Fauna, disegnati da Ross Menuez per Areaware, sono bellissimi, per letture in compagnia di tante zampe nel nostro angolo morbido, o per nanne tra morbidi amici… credo proprio che Babbo Natale fa un salto a New York prima di passare da noi!

Animalia

Animalia by DesignMood via designperbambini.itE’ da un po’ che ho scoperto DesignMood e la sua linea per l’infanzia. In particolare trovo davvero uniche le Animalia, sagome ad incastro pensate in diverse misure, le trovo perfette per creare giocose scenografie, perfette come sfondo di giochi e sfrenati e fantasiosi.

Adesso però è il momento giusto di segnalare Animalia disegnato dallo studio AS PS per Designmood. Assieme a Lovli contribuiranno direttamente alla raccolta fondi per la ricostruzione della scuola elementare del comune di Moglia, danneggiata dal terremoto dello scorso Maggio, il cui epicentro era a soli 4 km di distanza. Lovli e Designmood infatti devolveranno il 50% dei ricavati dalle vendite verrà devoluto alla causa. Non potevo non segnalare l’evento!

Buona settimana a tutti.

 

Animali spigolosi

Abecedario degli animali spigolosi di Andrea BartolucciSpigoloso è un aggettivo che di solito ha un accezione negativa, un carattere spigoloso, un mobile spigoloso. Per me la scuola aveva anche un’accezione negativa, spigolosa, come quella maestra che arrivò in terza elementare, una cicciona poco spigolosa nella forma, ma dal caratteraccio spigolosissimo!

Questo Abecedario invece, un bellissimo progetto del romanissimo Andrea Bartolucci, dona al termine spigoloso una nuova accezione, giocosa, allegra. E per fortuna per mia figlia, che oggi ha ricominciato la scuola (materna) oggi, nonostante la pioggia, è stato un giorno allegro, felice!

[Leggi tutto]

Hallingdal 65

Zoo by Ionna Vautrin with Kvadrat fabricCome può diventare un tessuto un classico del design? Difficile da dire, probabilmente nel caso di Hallingdal 65, tessuto disegnato nel 1965 da  Nanna Ditzel c’è anche il supporto costante che la casa produttrice, la danese Kvadrat, ha sempre dato a questo prodotto, scegliendo sempre di lavorare con designer giovani e sperimentatori, capaci di lavorare con essenzialità di forme ma non di colore (connubio davvero raro!). Molti appassionati di design infatti non possono non ricordare tra le tante l’istallazione “Textile Field”.[Leggi tutto]