Con i piedi per terra

Pond Street kids rug by Designer Guild via designperbambini.itNon vi ho ancora raccontato che qui tira di nuovo aria di trasloco, che pur di dare una scuola (sperabilmente) migliore ai nostri figli abbiamo deciso di spostarci un po’ e siamo ora alla ricerca di una nuova casa nella speranza che sia l’ultimo trasloco che faremo nei prossimi 10 anni!
Ed è tutto uno sfogliare di riviste, tutto un sognare ad occhi aperti…la vetrinetta giusta per il nuovo bagno, il marmo per il nuovo top in cucina (si, io voglio il vecchio marmo, anche se pare che si macchi!) e naturalmente una nuova stanza per i piccoletti, tutta da reinventare. Io non vedo l’ora!

Tra le tante cose che sto guardando preventivamente chiaramente ieri ho fatto anche un lungo giro su Designer Guild. La nuova casa avrà sicuramente qualche parete qua e là con carta da parati, il nostro divano lo terremo ma sarà sicuramente ritappezzato per ben abbinarsi con i nuovi colori…e dove andare a farsi un idea come prima battuta se non su Designer Guild?

Si perchè  Designer Guild è un benchmarck per il mercato dei parati e della tappezzeria (ormai non solo visto che producono diversi tipi di arredi), come American Apparel lo è per il leggins colorati, la Repetto per le ballerine e Ikea per le librerie. Condividete spero!

Comunque poi bisognerà fare i conti con la realtà, con il fatto che la casa ideale non si trova sempre. MI dicono infatti di restare con i piedi per terra…Io annuisco sbuffando.

Questo bel tappeto l’ho trovato proprio sul sito di Designer Guild, e starebbe benissimo nella nuova cameretta dei sogni a richiamare il verde del rigoglioso balconcino dei sogni…vedremo!

Related Posts with Thumbnails

Comments

  1. tania says

    e dove andate a vivere di bello?cioè che scuola è questa che vale un trasloco??!!illuminaci!!!

  2. says

    Ciao, ho un blog sulla progettazione della cucina, il marmo che indichi tu è molto bello, è il marmo di carrara, sicuramente si macchia con limone, olio e altro, ma se non sei un tipo “fissato” e ti piace avere un piano vissuto, allora la scelta è ottima. Anche io sono curiosa di sapere dove vai.

  3. says

    Grazie!, stavo cercando una dritta per trovare un tessuto in questi giorni e capito proprio davanti al tuo post… grazie! . Il tema delle scuole è veramente hard… soprattutto a Roma, dipendendo dal quartiere … anch’io sono curiosa di conoscere la tua scelta… noi invece abbiamo scelto la cosa che per noi è più importante in assoluto: la maestra ;)… Buona fortuna!

  4. says

    Avremmo dovuto traslocare cmq, abbiamo deciso la zona tra quelle che ci piacciono in funzione della scuola, visto che per noi evitare la macchina ogni mattina è fondamentale!

  5. says

    Raffaella, sono un tipo tendente al fissato in effetti, ma una delle fisse è proprio la cucina vissuta! Grazie x le precisazioni e complimenti x il blog

  6. says

    Adriana purtroppo almeno nel mio municipio la formazione delle classi e l’assegnazione della classe ad una maestra segue un iter complesso, con il risultato finale che non si può più scegliere la maestra. Ho scoperto sul tuo blog il trattato di Loos, stampato emesso in borsa x la lettura serale!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>