Fiero menù settimanale

Collapsible Lunch Box via designperbambini.it

Vi è mai capitato di sentirvi cucito addosso un cliché che proprio non vi appartiene? A me di continuo e quello che mi brucia di più è il cliché della mamma, un cliché che non so da dove viene, fatto di donne fissate con l’igiene, di paure di colpi di freddo, di “Signora mia”, di sughettini e polpettoni di carne. Insomma un cliché di mamma media che io però poi intorno a me non vedo, forse solo retaggio di vecchi film che dovrebbero smettere di ritrasmettere. Io tutte ste mamme quadratiche medie non ne vedo! E però che sconforto vedere come i colleghi non ti invitano al cinema solo perchè ho due bimbi, che sconforto al supermercato quando gli sconosciuti mi regalano i punti della raccolta premi solo perchè nel carrello ho un pacco di pannolini…che sconforto!

Io invece mi impegno continuamente per evitarli tutti ‘sti luoghi comuni: non parlo mai di cacce e pipì a pranzo, non vado mai in giro con improbabili borsoni da passeggino trashissimi, ma nascondo sempre tutto dentro un borsone da biker, e non mi lamento! Non mi lamento mai se non ho dormito, non mi lamento perchè vorrei una giornata di 72 ore, non mi lamento se non riesco ad andare in palestra. Ogni difficoltà è una sfida. E quando le vinco queste sfide, quando a fine serata sono riscita ad incastrare la danza della ciccetta, la chiacchiera con la maestra, i soldi per la raccolta del momento alla rappresentante, la spesa, e magari sono ancora sveglia e ci scappa un cinema, beh allora mi sento invincibile, soddisfatta!

Tra le tante sfide c’è la pappa (non mi lamento mai che i miei figli non abbiano ancora imprato a cucinare!), tutte le sere puntuale tocca mettere qualcosa di buono e di sano sulla tavola e la chiave come al solito è l’organizzazione, la pianificazione, il project management!!!

Ecco quindi d’ora in poi grazie alla mia amica Valentina ogni mese ci sarà un menù semplice a vostro uso e consumo, un menù senza troppe dosi e tanti q.b., senza troppe regole e tanto buon senso. Un menù per mamme come me che lavorano, con i figli all’asilo a tempo pieno, fatto quindi solo di merende e cene, gustosissime!

Ad ogni post come sempre una segnalazione, quella di oggi è per non cadere nel cliché del thermos sfigato porta pranzo, una lunch box in silicone, bella ed intelligente, per pappe on the road, per zuppette con lo zenzero tra una noiosa riunione e l’altra!

Se avete domande sul  menù basterà lasciare un commento a questo post e Valentina vi risponderà!

LUNEDI:
Merenda: Cioccolata calda (preparata con 4-5 quadratini di cioccolato fondente sciolti in una tazza di latte con un pizzico di cannella e un cucchiaino di miele) e un mandarino o una banana che si sposano particolarmente bene con la cioccolata.
Cena: Crema di zucca (polpa di zucca pulita tagliata a piccoli pezzi in una pentola con una cipolla intera e una patata affettata, versare acqua a filo e cuocere coperto finché non è tenera, eliminare la cipolla e frullare, amalgamare con un cucchiaio di panna a persona e regolare di sale); Petto di tacchino a fette impanato alle erbe (preparato frullando un paio di fette di pan carrè ai cereali con erbe a piacere – almeno 2 o 3 diverse – si passa la carne nell’uovo battuto poi nell’impanatura si pressa bene e si cuoce in padella con una noce di burro.
MARTEDI:
Merenda: Crumble di mele (sbucciare e tagliare a cubetti 2 mele renette e cospargerle con delle briciole ottenute lavorando brevemente con la punta delle dita q.b. di burro, zucchero di canna, farina e cannella, poi infornare per circa 20 minuti) volendo la perfezione sarebbe una pallina di gelato alla crema…
Cena: spezzatino di vitello con patate, sostanzioso che fa da piatto unico, con un’insalata verde, o finocchi tagliati sottili con olio sale e pepe oppure carote alla julienne.
MERCOLEDI:
Merenda: musli con banane e ricotta o yogurt alla banana.
Cena: mezze maniche o altra pasta corta  con un sughetto a base di cipolla bianca, pere e gorgonzolapolpette di soia al pomodoro (preparare le classiche polpette utilizzando i fiocchi di soia biologica che vanno reidratati in acqua calda per un’oretta poi strizzati e via procedendo come per le normali polpette).
GIOVEDI:
Merenda: succo di melograno centrifugato con pane e marmellata.
Cena: Gnocchi di zucca (preparati con circa 500 gr. di zucca cotta al vapore o in forno, 250 gr. di ricotta, 2 tuorli, un po’ di parmigiano, sale e quanto basta di farina per ottenere un impasto morbido ma sufficientemente consistente per poter formare degli gnocchi con l’aiuto di due cucchiai; gli gnocchi vanno gettati nell’acqua salata in ebollizione e scolati con una schiumarola quando vengono a galla e conditi con burro, salvia e parmigiano); frittata con i porri (i porri sono più delicati della cipolla e di solito molto più graditi ai bambini).
VENERDI:
Merenda: Macedonia con frutta di stagione (mela, pera, uva, banana).
Cena: Riso con crema di zucchine (a parte cuocere le zucchine affettate sottilmente con una cipolla tritata poco olio e acqua, quando sono tenere frullarle; in un’altra pentola cuocere il riso in acqua salata scolare conservando parte del liquido e unire alla crema di zucchine, mantecare con una formaggino oppure con parmigiano reggiano); pesce spada alla piastra.
Related Posts with Thumbnails

Comments

  1. silpia says

    Ti vedo bella carica in questo post…..sarà che non dormi abbastanza? hihihi Comunque questa nuova iniziativa del menù è veramente simpatica e soprattutto utile! Grazie! Purtroppo torno troppo tardi dall’ufficio per le merende ma credo che riciclerò le idee per ottime colazioni!

  2. Federica says

    Grazie! questa è un’idea utilissima, del resto è difficile non trovare ispirazione dai tuoi post, ti seguo sempre!

  3. CristinaV says

    sono d’accordo con te, ma…
    Bando alle esagerazioni di mamme perfettine e di ‘Signora mia’ però esistono anche le mamme omertose, quelle che non si lamentano mai e i loro figli sono bravissimi, che lavorano 8 ore al giorno ma riescono anche a seguire bene tutto quanto e quando arrivi tu, mamma che ha deciso di sospendere il lavoro per seguire meglio i propri figli, e ti ritrovi in mezzo a queste wondermamme-lavoratrici-faccio-tutto-io che ti additano perchè non lavori… e così non ti puoi neanche lamentare perchè sono 4 anni che, tra un figlio e l’altro, dormi 5-6 ore spezzettate max a notte…non so tra le due situazioni quale additerei come peggiore.
    credo fondamentalmente che il buon senso stia nel non esagerare ma anche nel non giudicare e, anzi, nel mostrare solidarietà verso la mamma stanca perchè divisa tra un ufficio e una casa ma anche verso la mamma un po’ troppo fissata con pulizie o esagerazioni di mamma casalinga. detto questo, ben vengano menù succulenti come questo e bei contenitori per ottimizzare il tempo dedicato alle ‘faccende’ e divertirsi un po’ di più con i nostri bimbi o, perchè no, con un meritato cinema!

  4. says

    oooh, il clichè di mamma-media, quanto di più destestabile! Credo esista più solo nelle pubblicità… almeno me lo auguro! Invece il clichè della mamma lavoratrice incasinata con la pianificazione del menù esiste, eccomi! Mi piace molto questo nuovo suggerimento, anche perchè adoro il menù proposto: semplice e gustoso, con un occhio alla stagionalità, facile da realizzare… questa settimana ci provo!

  5. Dayana says

    Idea molto molto utile per variare il menù dei pargoli, ma anche degli adulti. Mi capita di girare intorno le stesse ricette e quando per la terza volta mi accorgo…il risultato delle mie innovazioni non sono cosi gustose.Grazie un motivo in più x leggervi.

  6. says

    Ciao! ti scrivo sotto questo post, ma sappi che ho curiosato parecchio tra i tuoi scritti..ho scelto questo perchè per natale mi sono fatta regalare una borsa particolarissima da usare come borsa del cambio..ero terribilmente intristita dalla borse puffettose, in tessuto con gli orsetti che hanno pensato bene di regalarmi..e che porterò da t.riciclo! leggendo dei tuoi clichè, mi hai fatto sorridere con la borsa da biker..e così eccomi qui a farti mille complimenti per questo tuo blog che ho scoperto e che mi segno..mille idee originali per la mia nuova condizione di mamma architetto attenta al design!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>