Scoperte argentine dalla Malesia

Trascuro davvero tantissime cose da un bel po’ di tempo a questa parte, trascuro un po’ la casa, trascuro un po’ gli amici,  e trascuro ultimamente anche le scorribande nella rete, i viaggi virtuali che da casa mi portano in mondi lontani e bellissimi. Ed è così che mi sono ritrovata dopo settimane di nuovo a sbirciare il bel blog di Irene Hoffs, la penna dietro Bloesem Living e Bloesem Kids. Irene è un’olandese trasferitasi a Kuala Lumpur, di lei adoro lo stile moderno e caldo, e di lei adoro anche le scoperte sempre bellissime che condivide nel suo blog. Si insomma è per me un po’ un esempio, un riferimento.

Proprio in questi giorni in cui il mio piccolo fa passi da gigante nella motricità fine, nell’abilità di tenere in mano un cucchiaino, di infilare e sfilare ho scoperto questo gioco, in legno, bellissimo, fatto di forme diverse, pezzi grandi e piccoli, da incastrare, da infilare.

Mamëll prende sul serio il gioco delle costruzioni, interamente prodotte artigianalmente in Argentina. Plasmano il legno per restituirlo alla quotidianeità del gioco di un mambino.

Per il mio ciccetto, che forse, così angelico e solare, ho trascurato un pochino ultimamente!

Scivoli a Londra

Playful house by ElipsDesignChe bello quando riesco a scrivere un bel post senza alzare un dito! Con l’afa di questi giorni divento pigra anche nel cercare ispirazione per dei nuovi posts. Qualche volta, come questa, mi capita la fortuna di trovare nella inbox la mail di un architetto che navigando in rete dal fresco di Londra trova il mio blog e mi segnala un suo progetto recente! Fortunella!

[Leggi tutto]

Appuntamento con l’Uppaterapia

wooden toy doctor setOggi avrei voluto fare una segnalazione in coda al mio ultimo post che, nella sua semplicità, ha creato una bella discussione intorno al gioco ed alle distinzioni di genere. Continuo però a segnalare un bel gioco in legno per avere lo spunto per segnalarvi un bell’appuntamento questo sabato a Roma. La Libreria Assaggi, Roma In Famiglia, Margherita di Maternity Leave, con un mio piccolo contributo, hanno dato corpo ad un pomeriggio di eventi per le famiglie romane. Il pomeriggio di eventi è incubato all’interno del “Etruschi Day”, un iniziativa degli esercenti di via degli Etruschi, a San Lorenzo (Roma) che hanno deciso di uscire di bottega e di occupare la strada! E proprio a Via degli Etruschi, dove un tempo c’era lo storico negozio di musica “Disfunzioni Musicali” ora c’è la libreria Assaggi, una libreria molto speciale, che ospita solo saggistica, una scommessa fatta da un manipolo di visionari e che sta riscuotendo davvero tanto successo.

All’interno del pomeriggio di eventi io “modererò” un piccolo panel al quale interverranno Vincenzo Calia, pediatra e direttore di Un Pediatra per Amico (UPPA), enla redazione della rivista, e ci parleranno della figura del pediatra di base e di UPPA, la rivista nata dall’esperienza professionale di un gruppo di pediatri illuminati.

Less is more lo diceva un famoso architetto, less is better invece lo dice  Uppa, la rivista per i genitori informati, che da 12 anni accompagna le famiglie in un dibattito aperto e consapevole con i pediatri del servizio sanitario nazionale. Ed ormai si parla di Uppaterapia, della cura e dell’accudimento fatto di meno farmaci e più attenzione, meno farmaci e più fiducia (nei bambini ed in noi stessi come genitori), meno farmaci e più informazione, meno farmaci e più giochi.

Insomma non mncate, sarà una bella occasione per conoscerci di persona e per fare domanda ad Uppa.

Per ulteriori informazioni vi rimando a Roma In Famiglia, alla Libreria Assaggi ed al blog Maternity Leave.

p.s. Il gioco era nel catalogo di Antropologie, era! L’immagine l’ho trovata su Pinterest.

Maschi in cucina

Barbecue play set by Plan Toys

Ultimamente si parla spesso di omosessualità ed omofobia e tra le tante discussioni che ho sentito in merito mi sono tornate in mente una serie di riflessioni sull’omofobia e la scelta dei giochi.

A casa vecchia per esempio avevamo come vicino di casa uno chef, un vero e proprio cuoco che gestiva (e gfestisce ancora)  la cucina di un famoso ristorante a Roma. Un bell’uomo, sposato e con figli, eterosessuale. Mia figlia adorava il figlio maggiore e quindi spesso lo invitavo per un po’ di giochi inseme alla ciccetta. Ebbene questo bimbo non aveva a casa una cucinetta per giocare, non una pentolina una! …e appena veniva da noi si metteva a giocare con la nostra (si anche mia, ci gioco anche io!) e si metteva a costruire con mia figlia allestimenti strepitosi per ristoranti, facevano pic-nics, insomma un bambino frustrato. Non poteva giocare con le pentoline perchè certe cose non si regalano ai maschi, sebbene vedesse tutti i giorni il padre andare a lavorare in ristorante. Come se una pentolina mettesse a repentaglio la futura virilità di un uomo!

Lo stesso meccanismo impedisce a molte mamme di comprare passeggini giocattolo ai maschi, come se non se ne vedessero di papà che spingono passeggini…insomma mi avete capito no!?!?

E siccome il week-end è alle porte, e siccome “grillen” (fare il barbecue in tedesco) è lo sport nazionale dove è nato il nostro daddy, ho pensato ad un BBQ set giocattolo, questo gioco infatti potrebbe essere un buon compromesso, anche per i genitori più timorosi!

Buon week-end a tutti!

p.s. Questo set giocattolo per il barbecue è di una delle mie marche di giochi in legno preferita, la Plan Toys!

Giardini con merletto

Lace Fence by Duch Design House DemakersvanLo scorso fine settimana è stato all’insegna della pigrizia e del risparmio energetico: abbiamo fatto poco, siamo usciti poco, abbiamo preso poco la macchina. Niente mare quindi, ma per fortuna, visto il tempo bello che abbiamo avuto a Roma, abbiamo optato per un molto più semplice pomeriggio in piscina (gonfiabile) nel giardino di nostri amici e vicini. Ed è stato meraviglioso, i bimbi erano felicissimi e noi abbiamo poltrito tra una chiacchiera ed una birretta con i nostri cari amici anche loro parents of two (e dunque analogamente stanchi e dunque pigri come noi!)

[Leggi tutto]