Morbidi puzzle

Soft tiled foam carpet by Skip-hop via designperbambini.it

Il posto più sicuro per un bimbo piccolo dai 4-5 mesi in poi è sicuramente il pavimento, al minimo dell’energia potenziale, e questo lo sanno tutte le mamme!

Occorre quindi munirsi di qualcosa che renda questo pavimento un pochino kids friendly. Basta andare in un qualsiasi negozio di giochi per trovare i soliti quadrotti in plastica non meglio categorizzata, oppure in un negozio di sport per trovare dei prodotti meno decorati ma più stabili e robusti. Io avrei anche trovato in questi interlocking foam tiles della Skip*Hop dalla grafica pulita e moderna, che sono in materiale privo di BPA, PVC e ftalati (di questa marca vi ho già segnalato un’altra cosetta).  A breve arriveranno in commercio anche un’altra versio ne più bimbesca, un’anteprima qui. Trovo questo prodotto un ottimo accessorio per allestire un colorato angolo morbido. E come avete allestito voi l’angolo morbido dei vostri piccoli?

Specchio specchio delle mie brame

Specchio Metro by MyMirrors.itLo specchio nella cameretta è decisamente un must, un must da subito, da quando i piccoletti cominciano a mettersi a pancia in giù e ad esplorare il mondo con la testolina alzata e curiosa. Gli specchi infatti non mancano mai neanche negli asili, grandi, messi bassi con vicino un tappetone, forniscono uno spunto per infiniti giochi alla scoperta della propria immagine e di quella dei compagni. Cercare di catturare l’immagine che lo specchio rimanda, vedersi, riconoscersi è un gioco che meraviglia un po’ tutti, non c’è che dire. Noi però questo passo non l’abbiamo ancora fatto, nella stanza dei nostri piccoli infatti manca ancora un bello specchio.

…e però poi c’è la nonna…la nonna ex-sessantottina, ex-portatrice di pelliccia di visone (erano i tardi anni ’80), la nonna che ora vuole solo il meglio per sua nipote. La nostra nonna voglio-solo-il-meglio è comunque molto discreta e rispettosa di come vediamo noi il gioco, di cosa vogliamo noi che entri in casa per i nostri figli. La nonna quindi prima di comprare dei trucchi alla nostra ciccetta ha chiesto il permesso…e le è stato anche negato, ripetutamente negato, fino ad una settimanella fa. Alla soglia dei 4 anni, ormai inserita nella scuola materna di quartiere con tutto quello che ne consegue, abbiamo deciso che la nonna poteva regalare alla nipotina un burro cacao leggermente colorato e possibilmente bio. La nonna si è presentata invece con due lip-gloss delicatamente glitterati, uno trasparente della shisheido, l’altro rosellino di Chanel. Questo sono i trucchi migliori per mia figlia secondo mia mamma che mi ha proibito di andare a scuola con il rossetto fino ai 17 anni (mentre lei girava in pelliccia)!

L’altra sera mia figlia ci ha detto che le serve uno specchio in camera.

Gli specchi che segnalo sono due specchi della collezione My Mirrors della vetreria italiana VBglass. Sono specchi sicuri perchè sono in vetro stratificato e dotati di una pellicola di sicurezza anti-infortunio.

Casa per bambole e libri

by Thomas BrezenL’età giusta ormai è arrivata, la motricità fine è sviluppata al punto giusto, lo spazio anche quello volendo non manca…cerco scuse per non avere una libreria casa-di bambole come questa per me e per mia figlia!

Oggi il post è super-breve perchè sono giorni di delirio, tra primi raffreddori, virus intestinali, riunioni di lavoro e malevole coincidenze astrali…abbiate pazienza!

Questa creazione strepitosa è opera di Thomas Brezen (…che non pensava ai bambini in realtà). Ringrazio un papà per avermela segnalata!

Arte su stoffa adesiva

Il primo contatto con Giacinta è avvenuto al telefono  in viaggio, sul treno che mi portava al Salone del Mobile. Di lì a poco sarebbe nata la mia creatura (giravo per la fiera con una panzona da ottavo  mese) e anche una sua creatura tutta speciale, che ha voluto e curato con tutta se stessa.

Giacinta con tanta volontà ha inventato un nuovo prodotto per bambini, una linea di adesivi in stoffa riposizionabili ed artistici che lei ha pensato come un gioco creativo, una favola illlustrata da inventare ogni volta da capo attaccando e staccando i pezzi così piacevoli al tatto. E’ nato così Peridea, il primo adesivo in stoffa ecologico e riposizionabile, tutto completamente made in Italy. Ogni dettaglio del porodotto è curato con la massima cura, dal processo di produzione al volantino nella confezione, tutto ecologico, atossico e riutilizzabile.

adesivi in tessuto ecologici e riposizionabili by Peridea

Ora che posto finalmente quest’illustrazione adesiva (chiamarlo sticker è riduttivo), opera della bravissima Mara Cannone (visitate il suo sito, è davvero straordinaria) posso confessare che alla prima chiacchierata Giacinta mi era sembrata un po’ matta. Uno sticher in stoffa removibile ed ecologico per avvicinare i bambini all’arte…mi sembrava un po’ un sogno ad occhi aperti di una mamma entusiasta. Ed invece lei che ci ha creduto fino in fondo ce l’ha fatta ed il risultato è davvero unico.

Ho aperto il blog dopo esser diventata mamma. I primi tempi con la ciccia sono stati di grande gioia, ma anche di difficoltà e fatica che sono riuscita a rielaborare sfogando la mia creatività inespressa sul blog. Per Peridea il percorso è stato analogo: con la maternità Giacinta ha lasciato una carriera nel marketing per dar vita ad una visione. Io aspetto con ansia tutte le novità che Giacinta ha ancora in serbo e sono felice di poter raccontare sul mio blog di un ottimo prodotto per bambini al quale è legata una storia di rinascita.

(La foto di apertura in questo post è stata scattata da Martin Pabis durante KidsRoomZoom a Vienna)

Packaging stories

Oxo toddler productsOggi il post è triplice: vi racconto della nuova linea di prodotti per bambini della Oxo (e non mi dite che non conoscete la Oxo), dell’immagine per il packaging della linea e della bravissima Lorena Siminovich, che ne è l’ideatrice.

toddler oxo productsAnche prima di diventare mamma andavo matta per i prodotti Oxo per la casa e confesso che di rientro dal mio primo viaggio a New York anni ed anni fa, quando ancora non avevo figli e fidanzati fissi, in valigia, oltre a delle costosissime ballerine argentate, una camicietta di seta mozzafiato, in valigia avevo… una spugnettina Oxo!

Della Oxo forse conoscete i recipienti per la cucina, gli “acceleratori di insalata” ed i pelacarote, di Lorena invece forse conoscete la sua linea di decor per bambini Petit Collage. Oltre al packaging naturalmente trovo la linea stessa davvero bella, la gamma dei prodotti è davvero molto vasta (dai piattini al passaverdure, passando per tanti prodotti per il bagnetto come la balenotta portagiochi qui accsanti!), tutte cose molto funzionali e soprattutto dal design allegrosenza essere troppo kiddish, tutto fantastico quindi, dal design dei prodotti al packaging …e per fortuna che ho fatto il secondo in tempo per questa novità, ora c’è solo da sperare che la linea Oxo Tot arrivi presto anche in Italia!