Oggi mela!

Apple selection by designperbambini.itCari amici, lettori, naviganti capitati per caso, oggi è un gran giorno da queste parti, oggi il mio ciccetto bello ha cominciato lo svezzamento con una succosa, peccaminosa e biologica mela rossa! Oggi quindi un post apple-ish per consacrare questo avvenimento.

Ecco qui le fonti (in senso orario dall’immagine in alto a sinistra):

- Counting game trovato su Etsy (naturalmente bio, non-tossico etc)

- Magneti da frigo trovati invece su Dawanda

- Tote bag con stampe alla Munari scoperta via Pinterest

- Pattern di Hiccup Studio Design

Sottobicchieri a mela in feltro (tutorial)

Ciotolina a forma di mela della tedesca Asa

- Vassoio stile retrò perfetto per servire la merenda su Dawanda

Se avete altre cose a tema segnalatemele per favore e aggiornerò il post!

P.S. Quando svezzai la grande ancora non avevo il blog ed era tutta un’altra stagione, cominciai infatti con il melone! In effetti cosine melon-ish sarebbe stato un tantino più difficile trovarle, la mela invece è per fortuna un frutto che ispira molti creativi (vi ricordate il poster di Enzo Mari?).

Fine estate

Beach ball inflated lamp by TobyHouseQui a Roma il caldaccio è finito, l’aria è frizzantina e sembra proprio che sia arrivata la mezza stagione (proprio come una volta!) E si sa che la mezza stagione è quella dei nuovi regimi, degli inserimenti, dei grandi cambiamenti. Non vi starò però a parlare dei mille dubbi da inserimento, delle mille paure da imminente inizio del lavoro, dei ma, dei però, dei “non ce la farò mai” perchè sono sicuramente le solite cose che un po’ tutti i genitori si dicono in questo momento e che un po’ tutti genitori blogger scrivono in giro per la blogosfera.

Preferisco cambiare argomento e parlare di altri dubbi, effimeri e meno pesanti, legati alla luce. Si perchè dal trasloco i miei bimbi ancora non hanno un lampadario in camera, solo una nuda lampadina appesa ad un filo! Questo lampadario che vi mostro oggi lo trovo stupendo, ma ahimè non c’entra nulla con i colori caldi della loro stanza…lo trovo invece perfetto in uno spazio total-white. Pei i miei pargoli invece ho pensato di far fare un paralume con una stoffa ecrù con una discreta fantasia, ma non sono sicura dell’effetto (a me piacciono i paralumi grandi ma la cameretta è forse un pochino troppo etta!)…Insomma come si dire a Roma “so’ probbblemi!”…raccontatemi voi invece i vostri problemi futili, che di sensi di colpa da inserimento e altre cose serie oggi proprio non voglio parlare!

La lampada che vi segnalo oggi l’ho trovata da TOBYhouse. Purtroppo non ho recuperato il nome del designer posso mettere solo il link alla scheda tecnica fornita dl negozio. Se voi siete più informati di me sarò felice di ricevere info più dettagliate.

Edible garden

nasturzio Offi Lale Smallable

Comincia oggi una nuova grande avventura, una collaborazione che sarà certamente fruttuosa e duratura, una nuova rubrica, un nuovo giochino divertente da condividere con voi! Da oggi su Design per Bambini troverete un angolino verde, per vivere meglio il balcone o il giardino, un posto dove parlare di piante, di giardinaggio, di colore e naturalmente anche di design. Tutto grazie a Dana di dana-gardendesign.blogspot.com. Dana sceglie una pianta ed io ci accosterò dei mobili e/o complementi d’arredo, tutto rigorosamente kids-friendly!

Le piante sono un’ottimo strumento per far divertire e far imparare i bambini, noi per esempio nel nostro piccolo balconcino trascorriamo tantissimo tempo, innaffiamo, andiamo alla ricerca di foglie secche da eliminare, raccogliamo foglie per cucinare (abbiamo basilico, prezzeolo, menta, salvia, origano e cedrina). Con le piante mia figlia oltre a divertirsi, ha imparato a definire gli odori, a distinguere forme (foglie sottili, foglie tonde etc), a riconoscere al tatto caratteristiche diverse (la salvia si distingue ad occhi chiusi da una foglia di basilico!). Trasformare un balcone in un orto didattico quindi è semplicissimo, ma soprattutto davvero utile per trascorrere ore di gioco con i bambini.

In questo nuovo appuntamento Dana ci presenterà una selezione di piante fiorite per imparare anche a distinguere i colori e per abbellire anche gli spazi esterni. E naturalmente ci proporrà piante rigorosamente edibili, per far star tranquille le mamme e per far sperimentare sempre di più i nostri piccoli.

Oggi Dana ci segnala il nasturzio (Tropaeolum majus), una pianta originaria del Perù di colore rosso-arancio. Il nasturzio è molto adatta ai bimbi (e a genitori dal pollice nero!) perchè ha davvero poche esigenze, semplice da coltivare e soprattutto semplicissima da seminare! Inoltre è commestibile in tutte le sue parti, perfetta perciò per donare un insolito tocco colorato all’insalata. Il nasturzio ha una lunga fioritura, da primavera a fine estate produce numerosi fiori profumati, preferisce una posizioni luminosa e soleggiata. La semina può essere fatta in febbraio-marzo, tenendo i vasetti in luogo riparato, oppure a maggio-giugno seminando direttamente in piena terra.

Io ho scelto la poltrona-portagiochi della Offi in edizione speciale per Smallable e un cuscino della francese Lalé (di cui non esiste un sito proprio  che io sappia!)

Dilatazioni spazio-temporali

Orologi a muro by ProgettiNo, non è un post sulla teoria della relatività, è solo un modo per dare un nome al mio stato d’animo in questi giorni di luuuungo inserimento…giorno dopo giorno si allunga il tempo a mia completa disposizione, la casa si svuota e si dilatano gli spazi. E’ poi anche una fase in cui mia figlia sta iniziando ad avere consapevolezza del tempo, piano piano però… Quello che è successo 2 mesi fa per lei è sempre successo l’altro giorno, ma almeno si inizia a non confondere più il passato con il futuro. Anche il piccoletto comincia ad avere dimestichezza con gli orari ed è infatti ogni giorno più regolare con poppate e sonnellini.

Per il post di oggi quindi una piccola selezione di orologi. Vi segnalo degli orologi a cucù che sono sempre molto adatti per la camera dei bambini, uno in legno ed uno semplicissimo ma in feltro. In questa foggia gli orologi diventano perfetti elementi decorativi, ben inseribili per esempio in decorazioni murali. Gli altri due che vi segnalo invece sono due orologi magnetici, uno con i numeri ri-posizionabili, per far acuisire ai bambini dimestichezza con le ore del giorno, ed uno geniale con tessere magnetiche che indicano varie attività quotidiane, davvero molto divertente ed anche molto utile direi!

Tutti gli orologi che vi segnalo oggi sono dell’italiana Progetti, casa brianzola, scoperta quest’anno al salone del mobile. Chi frequenta il blog lo sa, sono decisamente una tipa esterofila, ma quando ci sono prodotti italiani validi allora sono la prima a volerli segnalare!

Rotelle fuori posto

TriobikeAvevo in mente tutto un altro post, ma questo evento non potevo lasciarlo incommentato: la mia ciccetta domenica scorsa ha fatto la sua prima pedalata senza rotelle! Merito di uno zio fiducioso (zio acquisito questa volta, e molto meno sposato alla causa della zia Mary!) e del training con la bici senza pedali (la Jumper LikeaBike), una follia di due estati fa!

Questa volta però non compreremo una bici superspaziale, ammortizzata e con telaio in alluminio, a questo giro abbiamo deciso che andremo a scegliere una bicicletta da bambino tra le tantissime abbandonate in una delle tante Ciclofficine di Roma e la ciccia collaborerà con il suo papà ad aggiustarla e personalizzarla.

Anche nella to-do-list delle cose che voglio riprendere a fare questa stagione autunno-inverno 2011-12 ho messo anche l’andare in bicicletta. Senza bimbi però che in città con il seggiolino sono un po’ paurosa. Un papà mi ha segnalato questa bicicletta really, r.e.a.l.l.y stylish, la danese TrioBike (che non voglio sapere neanche quanto costa!) che rivisita la super-classica Christiania Bike in versione minimal-chic però. Questa poi è addirittura trasformabile, perfetta quindi per passeggiate a tre con i pupi, ma anche per pedalate in solitaria per raggiungere le amiche per l’aperitivo (speriamo presto di nuovo!!!!)