Una lampada fiorita

Midsummer Light by Tord Boontje Studio for ArtecnicaUna coppia di amici mi ha chiesto qualche giorno fa idee per la cameretta della loro bimba e visto che qui a Roma continua a piovere ininterrottamente mi è tornata in mente questa bellissima lampada floreale, dal nome decisamente evocativo: è la Midsummer Light disegnata da Tord Boontje per Artecnica. Il materiale con cui è fatta, altamente innovativo e resistente, il Tyvec, ricorda la carta e  dona leggerezza a questa lampada.

Non si tratta di qualcosa di disegnato per bambini, ma essendo una lampada comunque molto allegra e decorativa (io l’ho vista in un negozio a Berlino e fa davvero una gran scena), io la trovo perfettamente adatta alla cameretta dei bambini. . In caso non abbiate soffitti abbastanza alti per una lampada pendente come questa vi consiglio la versione metallica più piccola, la Garland Light, sempre di T. Boontje per Artecnica in vendita presso Habitat. Si, Habitat purtroppo ancora non ha aperto in Italia, io infatti me ne innamorai in Germania e la comprai poi a Londra (cmq sul sito di Artecnica entrambe le lampade sono in vendita).

A piedi nudi d’inverno

Alisa wool rugNon so come sono gli appartamenti dalle vostre parti, ma qui a Roma la maggior parte degli appartamenti, se non sono stati ristrutturati di recente, hanno i pavimenti in marmo o similia…almeno nella sala. Così è anche casa nostra. D’estate è bellissimo stare a piedi nudi sul fresco pavimento, ma in questo periodo dell’anno è davvero poco piacevole. Quando la piccola era ancora davvero piccola avevamo piazzato davanti al divano un materassino in gomma, di quelli a quadrotti che si montano e smontano in un attimo. Ora la ciccetta smonta e rimonta con troppa facilità e il materassino è stato messo via per eviatre di avere pezzi sparsi per casa.

Nel suo asilo montessoriano poi le fanno fare tante esperienze sensoriali, uno dei giochi che fanno è far mettere i bimbi a piedi nudi e farli camminare su un percorso tattile che naturalmente mia figlia adora. E puntualmente a casa lei piglia e si mette scalza sul marmo!!! A questo punto quindi ci vuole un bel tappeto, ma bello però!

Come mio solito ho meso a soqquadro la rete e sono arrivata sin troppo lontano…e  ho trovato una marca americana, Avalisa, che ahimé non distribuisce ancora in Europa. Hanno un catalogo di tappeti davvero belli, in pura lana naturalemnte…e mi sono perdutamente innamorata! Belli belli, pensati per la cameretta dei bimbi, ma a mio parere adattissimi anche alla nostra informale sala!

Il baule dei travestimenti

Mashrom Wand on ImaginationKids Dawanda shopQualche giorno fa sono stata al colloqui con le educatrici dell’asilo di mia figlia. Noi abbiamo la fortuna di esser stati presi in un asilo privato convenzionato di ispirazione montessoriana. I bimbi fanno travasi, giocano con degli stupendi incastri logici, apparecchiano la tavola e poi puliscono i tavolini. Una delle frasi più frequenti di mia figlia è: “Faccio da sola”. Prima dell’impostazione io poi adoro le persone, disponibili e affettuose con i bimbi ma anche con i genitori! Insomma mi rendo conto che in questo abbiamo avuto davvero fortuna. Ma tornando al colloquio con le educatrici ho scoperto che uno dei giochi preferiti del gruppo di mia figlia sono i travestimanti! A casa naturalmente abbiamo cose vecchie che lei ogni tanto vuole mettersi addosso, ma non abbiamo una scatola dedicata. Per rimediare ho mandato una mail collettiva alle mie amiche chiedendo vecchi cappelli, cinte, vecchie cravatte dei loro compagni, foulard e scialli, avanzi di stoffa e nastrini, borse e borsellini vecchi. Naturalmente mi sono anche messa a cercare on-line e ho trovato cosine deliziose, come la bacchetta magica dello gnomo con un funghetto trovata nel negozio ImaginationKids su Dawanda e molto altro!

Cucinetta DIY

D.I.Y. play kitchen by Fröken SkickligIeri sera mi sono spulciata per bene i video del nuovo progetto dei Piccolini Barilla, la Piccolini.TV. E’ stato davvero molto divertente andare a vedere anche i contributi delle mamme francesi e tedesche…e mi è salita un po’ di nostalgia della mia vita a Berlino! Confesso che poi mi sono persa nella rete tra i blog DE. Non so bene come stai messa la Francia quanto a kids-friendlyness (concedetemi questa licenza), ma la Germania, e Berlino specialmente, stanno davvero avantissimo! Per quanti di voi capiscono il tedesco consiglio vivamente un giro sul sito del magazine free-press per le famiglie berlinesi Himbeer (si, avete capito bene, esiste un magazine gratuito pensato per le famiglie di Berlino!). Qui ho scoperto un tutorial per creare una cucineta fatta a mano davvero deliziosa partendo da uno sgabellino e rivestendolo con qualche accorgimento stylish! L’ideatrice è  una crafter svedese che vive a Berlino, il suo blog è Fröken Skicklig con il tutorial della cucinetta che, per fortuna vostra, è in inglese!

…E se non sapete cucire mettete a lavoro le nonne!!!

P.S. Prima o poi troverò il coraggio di mostrarvi la nostra mini-cucinetta DIY!

Biancaneve e in sette nani

Wood apple by The Bitsy BeanNon c’entra nulla con il design, ma questa cosa la voglio raccontare al mondo e quindi posto!

Finalmente dopo le continue richieste ho comprato a mia figlia la favola di Biancaneve. Ho scelto la versione della Fatatrac illustrata da Sophie Fatus, della collana Carte in Tavola. Scheda dopo scheda abbiamo costruito un bel quadro della storia della bella Biancaneve e al momento della tessera finale, quella in cui si vedono Biancaneve e principe inseme che si sposano mia figlia ha protestato…

“No”

“Come no amore mio?”

“No, Biancaneve no, sette nani”

“Ma Ciccia…e il Principe?”

“Biancaneve no,  resta con sette nani!”

E brava la mia ciccetta, l’ha capito subito che i principi sono viziati e noiosi e poi meglio una simpatica casetta in miniatura che un freddo castello!

Mela giocattolo trovata su Etsy