Ingresso organizzato

Hang-It-All by Charles and Ray EamesSpecialmente in questo periodo dell’anno, quando arriva il freddo e si ricominciano a portare giacche e sciarpe comincio a soffrire per il nostro ingresso. Lui lo ripete sempre, l’ingresso é una delle parti piú importanti della casa, deve esserci modo di togliersi comodamente le scarpe e di riporre giacche e cappello…e ha ragione. Solo che funzionale non significa automaticamente bello…o no?

Vintage picture of Hang-It-All by Eames

Qualsiasi attaccapanni, anche il piú bello, se lo riempi di giacche diventa un pugno nell’occhio appena entri a casa. Noi ne abbiamo uno di quelli classici di legno che in inverno viene soprannominato “il  morto in casa”. Anche per i gancetti che abbiamo al muro vale lo stesso. D’estate quando ci sono appese in bella vista solo 2 borsettine vintage decorative son carini, ma giá in autunno diventano un ammasso di cose.

E anche per il meraviglioso attaccapanni Hang-It-All (che io a.d.o.r.o),  disegnato dagli Eames nel 1953, immagino valga purtroppo lo stesso. Guardate come sono belli tutti vuoti nella foto in alto presa dal blog di Ellmania qui (blog scovato su Ohdeedoh). Forse la soluzione é proprio comprare molti piú attaccapanni del necessario per lasciarli tutti semi-vuoti!

Se cercate approfondimenti sull’arredamento progettato dagli Eames, piú che la pagina wikipedia a loro dedicata, vi consiglio quest’opera faraonica della tedesca Gestalten, i meravigliosi 2 volumi “The Story of Eames Furniture”. Io aspetto di vedere se arrivano a Natale ;)

Oggi l’attaccapanni viene prodotto da Hermann Miller, qui la scheda del prodotto sul loro sito.

Related Posts with Thumbnails

Comments

  1. says

    Bellissimo, vuoto. Non so l’effetto da “pieno”. Noi abbiamo più attaccapanni in casa: il risultato è una serie di “morti in casa”, in ogni stagione. Comprese, a volte le maniglie delle finestre. Forse dovrei comprare degli armadi più grandi…

  2. sara says

    ciao, sono alla ricerca (devo dire con buon anticipo) di un calenadrio dell’avvento fatto come si deve, magari anche solo delle istruzioni per farlo in casa e secondo me tu mi potresti dare la dritta giusta, grazie dell’aiuto !
    sara

  3. says

    @nora Si, anche secondo me l’unica soluzione per salvare gli appendiabiti è un armadio grande!
    @sara Non so risponderti adesso, ma sicuramente mi hai dato un’idea per un prossimo post!

  4. laura says

    ciao!! molto bello il Tuo blog lo seguo con piacere e trovo anche molti spunti. Adoro poi tutti i prodotti di Eames quindi questo post in particolare. Per l’Italia l’Hang It All viene distribuito da Vitra-Molteni come unico gestore del marchio Eames.

  5. says

    Grazie Laura! In effetti gli Eames hanno sempre lavorato con Vitra. Appena ho un attimo aggiorno il link. Grazie ancora per la precisazione e per i complimenti al blog naturalmente!

  6. says

    Nella casa precedente avevo questo problema del morto in casa e lo risolsi con il primo comandamento del What Would You Do With This Room: “Design for how you live”…bisognava trovare il posto per le cose, le nostre cose e non spostarle con il gioco dei quattro cantoni :)
    Comprai un baule da viaggio con un bel po’ di cassetti per tutte le loro sciarpe, guanti e cappelli e lo spazio per appendere i cappotti come fosse un armadio.
    C’era lo spazio in quell’ingresso mentre in questa nuova casa non c’è più, ma lo abbiamo messo in un’altra stanza dove sta ugualmente bene. Ma questa è un’altra storia ;)

  7. DeVa says

    …io dico in generale che “vuoto” è bello.
    L’attaccapanni vuoto è bello…
    Il piano della cucina vuoto, senza 2000 impicci sopra è bello…
    La stanza con il giusto equilibrio (maggiormente spostato verso il vuoto però) tra i mobili e lo spazio vuoto è bello…
    …ma 60 metri quadri è la PIENA realtà! ;)

    P.S. la libreria, l’armadio, la scarpiera e il portagioie sono invece più belli pieni….

  8. says

    Eccomi, finalmente rispondo ai vostri preziosi commenti!
    @Mamma Cattiva Anche io adoro i vecchi bauli, ed in prticolare i bauli da viaggio, Con i cassetti e tutto il resto…Sogno di averne uno in camera da letto, magari un vecchio originale Luis Vuitton…guarda qui che ho trovato http://www.flickr.com/photos/lejeunesse/5010552505/sizes/z/in/photostream/
    @Emporio74 Si bellissimo, specialmente vuoto!
    @DeVa Si, hai ragionissima…se Mies van der Rohe diceva “Less is More”, io dico “Empty is Complete”!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>