Trucchetti cannibaleschi

byGraziela tableware for kidsScusate se mi ripeto, torno ancora a parlare di cibo e di stoviglie per bambini, ma devo gridare al mondo che mia figlia ieri si è mangiata un piattone di passato di verdura! Non accadeva dei tempi dello svezzamento!

Tutto è cominciato con quello stupido gioco del rubare il naso e mettersi il pollice tra indice e medio. Quando da piccola un adulto lo faceva a me lo guardavo sempre con circospezione. Credo di aver imparato ad alzare il sopracciglio in segno di disappunto proprio allora…

A mia figlia sto giochino fa impazzire, e gioca che ti  rigioca sto trucchetto si è evoluto…il naso ce lo mangiamo a vicenda e poi a vicenda ci tagliamo la pancia per riprendercelo…insomma il giochino ha preso una deriva splatter-cannibalesca. Adesso facciamo le cannibali anche a tavola ogni tanto: ogni boccone è un mignolino di un’amichetto, il naso di un parente, il braccio di non so chi. Io provo facendole mangiare le chiavi del motorino di qualche amico, il cellulare della zia, ma lei poi ritorna sempre a mangiarsi mignoletti, piedini…e come si diverte!

Lo so che è inquietante….ma a fare le cannibali si mangiano tante verdure! Se siete disperate (come lo ero io) provate pure voi e ditemi se funziona!

Nella foto piatti in ceramica di byGraziela, ideati da Graziela Preiser, disegnatrice tedesca famosissima negli anni 70 (qui una bella foto d’archivio). Da qualche anno ha rieditato con sua figlia i suoi pattern più famosi creando una deliziosa collezione di prodotti per bambini dal sapore vintage. Appena ho tempo vedrò di fare qualche foto ai piatti  che ho trovato qui a Roma da Limentani (credo siano fuori produzione, non ne ho trovato traccia sul sito).

Related Posts with Thumbnails

Comments

  1. DeVa says

    …a grandissima sorpresa anche mio figlio, che si nutre di aria e cioccolato dalla nascita, va pazzo per il passato di verdure…
    Così capita che nel bel mezzo dell’estate gli si metta un piatto di passato di verdure di fronte, senza particolare aspettative, magari anche un pò per sbaglio (era il mio)… e tra lo sgomento di tutti si sente dire “ah, buono… questo mi piace…, ma è quello della scuola?”…
    La risposta “coram populo” di tutti i presenti, compresi i passanti e gli sconosciuti, è stata, banalmente: “SI, E’ QUELLO”….
    …D.I.V.O.R.A.T.O. senza artifici, trucchi, divertimenti, preghiere, ricatti e promesse…
    La nonna quasi piangeva commossa…
    Adesso a pranzo, la domenica c’è il passato di verdure!

  2. says

    Quando da piccola abitavo a Roma mia madre andava spessissimo a fare acquisti da “Limentani” e ci passava le ore. Io ovviamente mi annoiavo. Non credevo ci fosse ancora…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>