Brividi freddi

p

Succede quella mattina, come tutte le altre di andare in cucina per la rituale preparazione della colazione.
Succede una mattina di svegliarsi di buon umore dopo una bella notte di sonni profondi senza interruzioni.
Succede quella stessa bella mattina intrisa di rara arietta estiva di arrivare in cucina senza avvertire quel fastidioso ronzio del frigo vecchio. Momenti di rara ed intensa felicita’.
Scuccede pero’ che quella felicita’ venga subito distrutta da uno spaventoso sospetto, ed un brivido freddo corre lungo la schiena!

E’ successo che una splendida mattinata di quasi estate sia stata rovinata da un brutto incidente: il vecchio e rumoroso frigo e’ passato a miglior vita. La cena per la sera  si e’ salvata’, ma quelle belle polpette con le verdure che avevano avuto tanto successo, quell’arrostino con le carote tenerissimo, quel sughetto di pomodoro fresco fatto con le mie manine e’ tutto da buttar via!

…e mi tornano in mente il monito della mia carissiama amica Francesca:  ”Ora che sei mamma preparati agli intoppi, questo e’ il primo e ce ne saranno molti altri!”. Questo me lo disse quando mi venne a trovare in ospedale dopo il parto, trovandomi in lacrime perche’ la piccola mi era stata tolta per esser messa causa ittero sotto la lampada. Come aveva ragione!

Dopo il frigo rotto infatti sono continuati gli intoppi: per una serie di perverse coincidenze non posso andare io a comprare il frigo nuovo e sono costretta a delegare a Lui (in arancione perche’ e’ stata davvero dura!) la scelta del nuovo elettrodomestico. Perche’ diciamolo pure, l’intoppo piu’ grosso dell’essere mamma e’ che si e’ costrette ad imparare a delegare per sopravvivere!

Nella foto un delizioso frigorifero giocattolo trovato su Flickr tra il photostream di Rainbow Mermaid.

Related Posts with Thumbnails

Comments

  1. says

    Mi dispiace, ti capisco benissimo (anche se sembra una frase di circostanza).
    E non tanto per il frigorifero (magari potete sceglierlo insieme su internet tramite i vari siti di elettrodomestici, almeno quando Lui arrivera’ al negozio sapra’ gia’ come orientarsi…no?) ma per il dover sempre delegare gli altri. E’ una cosa che non sopporto (piu’).

  2. francesca says

    …ma delegare è una cosa bellissima!
    Certo non delegare l’acquisto di una fede di Bulgari, ma delegare l’acquisto di un frigorifero a LUI perchè si deve lavorare è il FEMMINISMO che diventa realtà!!!

    E poi esistono 2 tipi di frigoriferi: quelli dal design retrò e quelli che funzionano (tutti brutti uguale)… detto questo nella delega puoi inserire una delle due specifiche, e sollevarti dall’onere di passare un pomeriggio a verificare quanti contenitori per le uova ha questo o quel modello!!!!

    Vedrai… risolvere un problema senza fare nulla è fantastico!!

  3. says

    @Emporio74: Delegare e’ stata dura, e’ stata una grande prova, ma la coppia ne e’ uscita rinforzata! ;)
    @francesca: Lui alla fine per ha scelto per uno bianco e poco di design…per lui sono importanti cose tipo il consumo energetico e i decibel del motore…che noia!
    @MC: Mi sspiace am il paragone non sussiste! Un Doc che sceglie l’antibiotico non me lo puoi paragonare a un Lui che in cucina sa solo preparare la pasta col tonno che sceglie il CUSTODE (il frigo) dei cibi!

  4. says

    Ahahahahaa! Sleale! Ha competenze di design che ci mangia in testa a tutte :D
    non ci credo che tu sceglieresti un frigo solo per le sue funzionalità quindi vai serena che sarà bravissimo ;)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>