Gli illustratori di Bologna a Roma

Ieri si è innaugurato Salone Internazionale del Mobile a Milano, giornali e blogosfera pululano di notizie a riguardo ed io in contro-tendenza vi parlo della trascorsa edizione della fiera del libro per ragazzi di Bologna…

Per me è stata la prima volta a questa fiera, purtroppo visitata solo un giorno, facendo Roma-Bologna-Roma in giornata. Interessanti impressioni dalla fiera le ho lette in avri articoli (i links sono tanti e ve li metto in ordine a fine post questa volta). Io da profana del libro per ragazzi non me la sento proprio di dare un giudizio sullo stato dell’editoria per bambini nel mondo, anche perchè la fiera ospitava stands da tutto il mondo e per visitarli tutti ed avere una buona visione d’insieme avrei dovuto trascorreci giornate intere. Ho visitato con piacere molti stands di case editrici italiane in compenso, ai quali ho incontrato davvero persone interessantissime, Sinnos, con il libro di Anna Lo Piano e la collana dei libri leggibili (GRAZIE ancora per il font leggimi!), ArteBambini, Kite Edizioni, Orecchio Acerbo, Giannino Stoppani e tanti altri ancora. Quello che posso dire sono solo le mie impressioni da innamorata dell’illustrazione, quella di qualità, non convenzionale e scontata. Artisti, grafici, illustratori indipendenti, giovani studenti di disegno sono arrivati in cerca di fama e di un editore a Bologna, e l’impatto per me che arrivavo senza idee chiare è stato forte, fortissimo. Anche visivamente per esempio, entrando alla mostra si vedeva come prima cosa un muro enorme su cui giovani artisti da tutto il mondo lasciavano biglietti da visita e flyers, già questo mi ha sopraffatto!

Alla fine sono tornata a Roma con una domanda: MA PERCHÉ NOI ADULTI ABBIAMO RINUNCIATO AI LIBRI ILLUSTRATI?

La segnalazione di quest’oggi è dedicata ad un grande artista, grafico ed autore di meravigliosi libri per bambini, Katsumi Komagata, che ho scoperto allo stand SmallWorld che ospitava 4 piccole case editrici di nicchia e che presto passerà a Roma per un laboratorio didattico al Palazzo delle Esposizioni.

Inoltre segnalo un’iniziativa fantastica qui a Roma: Da ieri fino al 22 maggio troverete per la città in mostra gli illustratori della fiera di Bologna. La mostra, che dopo Roma volerà a Tokyo, è articolata in tre sezioni: al Palazzo delle Esposizioni, gli illustratori italiani e spagnoli, alla Biblioteca Europea, gli illustratori europei ed in fine alla Biblioteca Centrale Ragazzi, gli illustratori extra-europei. Ogni sede propone un ricco calendario di iniziative, eventi e incontri, come appunto i laboratori didattici al PalaExpo o anche gli incontri di comunicazione visiva per ragazzi all’internbo del meraviglioso Scaffale dell’Arte.

Links:

Direi che può bastare così!

Related Posts with Thumbnails

Comments

  1. sara says

    questo post è una MINIERA di informazioni, alcune cose le conoscevo già ma tante no, GRAZIE !
    sara.

  2. says

    @sara: Si, tante info e infatti ci ho messo 3 settimane a finirlo questo post!
    @Mamma Cattiva: Mi ero dimenticata i credits per la foto, adesso li ho inseriti. Io alla fiera ho fatto tante foto, ma ne fosse venuta una davvero pubblicabile! Vediamo che combino questo we al Salone del Mobile!

  3. says

    Ciao! Innanzitutto grazie per avermi letta a tua volta, il tuo post e’ molto interessante, mi ha anche ricordato delle mie prime sensazioni alla fiera diversi anni addietro: hai assolutamente ragione, si resta sopraffatti da tanta varieta’.
    Ti do anche una buona notizia: anche in Italia ci sono alcuni testi illustrati per adulti, ad esempio il bellissimo “Una Vita” di Guido Scarabotto e Giovanna Zoboli (la stessa Zoboli che ha fondato la casa Editrice Topipittori) Edizioni Ugo Guanda… poi in Francia, e li’ sono sempre anni luce avanti a noi, sono nate diverse case editrici che fanno testi illustrati per adulti, tipo: L’Ampoule, fondata da Christian Dubuis Santini e Olivier Douzou (fantastico ex editor del Rouergue), Thierry Magnier ha una sezione di albi illustrati per adulti, e anche Les Oiseaux de Passage e Drozophile… insomma, c’e’ tanto movimento anche in questo settore!
    Ho scritto un mezzo romanzo, scusami!
    Cristiana

  4. says

    @Cristiana: GRAZIE per il “mezzo romanzo”. Mi riprometto di approfondire quanto prima. Stands francesi cmq non ho fatto in tempo a guardarli, cmq in effetti anche solo andando alla libreria francese a Roma anche da profana come me si avverte subito un livello editoriale diverso dal nostro
    @nora: è sempre un piacere, l’anno prossimo ci si vede a Bologna allora!

  5. Chiara says

    Molto bello questo post, io adoro gli albi illustrati per bambini e non solo. Anche io volevo andare a Bologna ma mi sono fermata quando ho letto che è riservata agli operatori del settore…..mi confermate??? Che peccato ….
    PS Le graphic novel per adulti sono un mondo, ce ne sono molte e molte belle…tanto per aggiungere qualcuno alla lista vi segnalo GIPI, un artista italiano che nel 2006, col premio “Goscinny” e come “miglior libro” al Festival international de la bande dessinée d’Angoulême, è stato consacrato come uno dei migliori autori del fumetto Europeo.

  6. says

    @Chiara: Io sono andata alla fiera con un accredito stampa, ma secondo me il venerdì facevano entrare un po’ tutti…Cmq io adoro Gipi!
    @Amorevolissimevolmente: Mi dai una soddisfazione GRANDE che mi vien da pensare che un po’ utile a qualcuno lo sono! Poi passa a raccontarci come è andata.

  7. arianna says

    Grazie per il fantastico post. Io finora sono stata fan di Corraini – soprattutto della mitica serie del ’45 di Munari- e mi piace tanto Occhio Acerbo. Mi offri tanti nuovi spunti….e mi obblighi ad andare a conoscere Komagata!
    grazie ancora e viva Gipi!

Trackbacks

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>