Softies d’autore

pupazzi stoffa herzensart softies bambini

Per questo fine settimana vi lascio con i meravigliosi pupazzi di stoffa di Sandra Monat, l’artista che c’è dietro Herzensart, un mondo meraviglioso fatto di morbidi vichinghi ed angioletti, furgoncini dell’amore e templari a cavallo. Altro che mostri e gormiti, i suoi pupazzi fatti a mano hanno già conquistato il mondo! Andate infatti a sbirciare nel suo negozio on-line (qui): vedrete tra i pupazzi venduti che le creature fantastiche di Herzensart sono arrivate ai quattro angoli della terra.

[Leggi tutto]

Una sedia a dondolo per contemplativi

kosmos project lulu chair poltrona allattamento ewa bochenE’ da tempo che ho in mente di scrivere questo post, anzi sin dall’inizio, da quando lo scorso Aprile in visita al Salone del Mobile ho visto lo stand di Kosmos Project. Allora mi aveva rapito una donna incinta su una esile sedia a dondolo, esile e bellissima. Era la designer Ewa Bochen in gravidanza inoltrata che dondolava serafica sulla poltrona LULU, e sul loro sito leggo:” LULU chair rocks for relaxation and contemplation”. Ed effettivamente la bionda Ewa dondolava panciuta e contemplativa…
Della poltrona però desideravo ad ogni costo avere una foto di vita vissuta, ma una designer di successo (e in più neo-mamma) é impegnatissima ed ho aspettato fino a qualche giorno fa per essere accontentata: eccola qui Ewa che dondola la sua piccina sulla LULU chair. Lei stessa conferma che la poltrona é perfetta per allattare e addormentare la sua bimbetta. Design per bambini e le loro mamme.
[Leggi tutto]

Calder a Roma

Una domenica da cui non ci aspettavamo tanto quella passata, un ricco pranzo, la pupa che non ha voluto dormire, un paio di amici che all’ultimo non siamo riusciti a vedere e poi…un lampo di genio: andiamo tutti insieme a vedere Calder ed i suoi Mobiles in mostra dallo scorso venerdì 23 Ottobre al Palazzo delle Esposizioni di Roma. La mostra è bellissima, ne siamo usciti soddisfatti, nonostante la nostra guida fosse davvero scarsina. Le stanze sono ben allestite e a mio parere e lasciano spazio alle sculture aeree e ai dipinti di Calder, un eccentrico ingegnere figlio di artisti che ha passato la vita ad inscenare il movimento. Entriamo nella prima stanza e vedendo dei suoi studi giovanili di animali ritratti durante gite allo zoo del Bronks o rubati durante visite al circo mi fanno pensare ai bambini, e a mia figlia che puntualmente si è addormentata sul più bello. Poi le sculture in fil di ferro, che sembrano uscite da linee tracciate sul foglio e poi tirate via a forza per riempire lo spazio tridimensionale. Ed ancora i suoi quadri bellissimi che cambiano con gli eventi della sua vita, influenzati da incontri con illustri artisti. Le ultime sale invece sono un’esplosione di movimento, da capogiro, vuote e piene degli spettacolari Mobiles, sculturee aeree in equilibrio nello spazio, in balia di correnti e minimi spostamenti d’aria. Insomma andate a vedere questa mostra, merita davvero!

[Leggi tutto]

Un lettino Montessori….impilabile!

Montessori floor bed

Qualche giorno fa una mia carissima amica mi chiedeva un parere su come attrezzare la piccola stanzetta di suo figlio per far spazio anche al fratellino in arrivo. Troppo presto per un letto a castello, ma che peccato però non poter lasciare il maggior spazio possibile per il gioco. Un’ottima soluzione al suo problema è secondo me questo lettino basso impilabile, design e produzione tedeschi, Rolf Heide per Müller Möbelwerkstätten.

I bambini dormono senza sbarre ad un’altezza da terra di 23 cm, la Montessori ne consigliava 20 per il suo lettino. Quando ci si sveglia i lettini si impilano e si guadagna spazio per le scorribande. Un’ottima idea anche per chi vuole semplicemente avere un posto letto per l’amichetta del cuore, o il cuginetto che viene spesso a fare visita, o magari per i nonni che vogliono avere posti letto per tutti i nipoti!

[Leggi tutto]

Via dei Matti

Questo post partecipa al Blog Action Day.

In Via dei Matti c’era una casetta tanto carina con i pannelli solari istallati ma non funzionanti…
L’avete vista la puntata di domenica scorsa di Report, questa qui? Viene anche a voi voglia di aprire la finestra e urlare a squarcia gola? Keep calm and carry on posting…E allora ecco qui la mia proposta di oggi: parliamo di energie alternative, di raccolta differenziata, di risparmio energetico SEMPRE ai nostri bimbi, da subito! Con la stessa solerzia con cui inculchiamo loro che bisogna lavarsi i denti tutti i giorni, spieghiamogli che la carta va buttata in un cestino a parte, che non va sprecata l’acqua e che le principesse vivono in casette moderne come queste che, meraviglia delle meraviglie, hanno i pannelli fotovoltaici che trasformano i raggi del sole in energia pulita!
La prima casa ecologica è prodotta da Plan Toys e la trovate qui.
La seconda invece l’ho scovata in Thailandia e la trovate qui.
Se ne trovate altre carine fatemi sapere così amplio la lista dei links

Grazie a SL per la segnalazione.